Home . Soldi . Economia . Egitto: Ibm rafforza presenza, si punta a crescita IT e nuovi posti lavoro

Egitto: Ibm rafforza presenza, si punta a crescita IT e nuovi posti lavoro

Sviluppo settore tecnologico al centro Conferenza di Sharm el-Sheikh dal 13 al 15 marzo

ECONOMIA
Egitto: Ibm rafforza presenza, si punta a crescita IT e nuovi posti lavoro

L'apertura di questa settimana al Cairo del Digital Sales Center di IBM Medio Oriente e Africa "offre un'ulteriore prova di come il mercato tecnologico in Egitto sia in crescita e di come sia capace di creare opportunità di lavoro locali, che possono migliorare il nostro ruolo come gateway per le imprese tecnologiche che cercano di entrare in Medio Oriente e Nord Africa". Lo ha dichiarato Atef Helmy, ministro egiziano delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell'informazione (IT).

Il nuovo centro di IBM da 3 milioni di dollari è l'ultimo di una serie di investimenti della società in tutto il continente africano. È stato progettato per trasformare le 'relazioni digitali' di IBM con clienti e partner commerciali in 70 Paesi della regione. Una forza vendita IT specializzata fornirà servizi ai clienti IBM in arabo, inglese, francese e portoghese, utilizzando tecnologie innovative IBM.

Nel 2014, IBM e l'Agenzia egiziana per lo Sviluppo dell'Industria IT (Itida) hanno intrapreso un progetto per fornire competenze cloud computing a 100 aziende di software egiziane per favorire l'innovazione e lo sviluppo delle nuove competenze 'cloud' nel Paese. L'obiettivo è quello di sostenere il tentativo dell'Egitto di diventare un centro di eccellenza di cloud computing nella regione.

L'Egitto sta cercando di incrementare gli investimenti esteri nel settore tecnologico, alla luce del suo ampio pubblico di potenziali consumatori (è la nazione araba più popolosa, con 90 milioni di abitanti) e di una mano d'opera altamente specializzata, con forti competenze tecniche e linguistiche.

Lo scorso mese, Mobinil, operatore di telefonia mobile con sede in Egitto, e la britannica Vodafone hanno firmato accordi globali con Telecom Egypt (TE) che si prevede generino 15 miliardi di lire egiziane (due miliardi di dollari) di ricavi nell'arco temporale di contratti a lungo termine.

L'ulteriore sviluppo del settore tecnologico sarà uno degli obiettivi chiave della Conferenza per lo sviluppo economico del Paese che si terrà dal 13 al 15 marzo a Sharm el-Sheikh. La Conferenza giunge in un momento molto importante per l'Egitto, in cui il Paese cerca di incrementare gli investimenti stranieri e mira a una crescita economica di almeno il 4% nel 2015 e almeno il 7% nei prossimi dieci anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.