Esodato cercasi per contratto stabile, Mail Express assume postini over 60

A.A.A lavoratori esodati cercasi per contratto a tempo indeterminato in qualità di postino a Genova e a Prato. E' l'insolito annuncio che da qualche giorno sta pubblicando, sul portale Subito.it, la Mail Express, azienda di Poste private Italiana, che offre così la possibilità, prevalentemente a chi deve integrare gli anni che mancano alla pensione, 3-4 al massimo, di terminare la 'carriera' lavorativa con un posto fisso.Entro settembre l'iniziativa , si legge in una nota, sarà estesa anche su Alessandria, Biella, Varese e Treviso.

Lavoro stabile, a tempo indeterminato, ma di fatto 'flessibile' e quasi a termine oltre che, alla fine dei giochi, incentivato offerto a uomini e donne che, superato colloquio e selezione in Mail Express, potranno tornare a lavorare fino al raggiungimento dei naturali limiti di età. La platea non sarà ovviamente giovane, essenzialmente over 60, proprio quelli rimasti incagliati nella legge Fornero ma pronti a rimboccarsi le maniche. Requisiti:buona conoscenza del territorio e idoneità alla guida del motomezzo aziendale.

Non è certo nello spirito dall’azienda fare beneficienza, anche perché in una fase congiunturale così difficile nessuno può permetterselo, ma abbiamo invece ritenuto nelle nostre corde doveroso immaginare di poter creare opportunità per quelle persone che vogliono mettersi di nuovo in gioco, mettendo a disposizione dell’azienda esperienza e voglia di fare”, spiegano nella nota. E anche l’invio del curriculum si adatta ai tempi. Mail Express, infatti, richiede l'invio di un video-curriculum ad un apposito indirizzo mail, invitando il candidato a cimentarsi in un racconto “televisivo” delle proprie peculiarità e abilità tali da portare all’assunzione.

L'iniziativa, spiega ancora la nota Mail Express, rientra in un più ampio piano di sviluppo che prevede l’apertura di 50 punti vendita diretti in 6 regioni e 104 nuove assunzioni per front office più un ampio numero di portalettere (a pieno regime minimo 300 portalettere).Il piano graduale di sviluppo aziendale e di assunzioni coinvolge Emilia, Toscana, Liguria, Piemonte, Lombardia, Triveneto.