Home . Soldi . Economia . Legge Stabilità, Padoan: "Testo definitivo a Mattarella in queste ore"

Legge Stabilità, Padoan: "Testo definitivo a Mattarella in queste ore"

ECONOMIA
Legge Stabilità, Padoan: Testo definitivo a Mattarella in queste ore

Foto Masi/infophoto

E' in arrivo sulla scrivania del Capo dello Stato il testo definitivo della manovra. "Il testo sarà inviato in queste ore al presidente della Repubblica nella sua versione definitiva: oggi arriverà in Parlamento" ha annunciato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, parlando a Radio Anch'io su Radio1, della Legge si Stabilità.

Sul tetto di 3mila euro al contante "francamente trovo che il dibattito sia veramente eccessivo, sia come occuparsi del singolo albero e non della foresta" ha detto Padoan osservando che come dimostra la prassi in altri paesi come la Germania "non c'è correlazione" tra limite all'utilizzo del contante ed evasione.

"Quello che penso - ha premesse Padoan - è che se il problema è come dev'essere la lotta all'evasione le misure efficaci sono altre e il governo le sta prendendo da tempo e sono la cooperative compliance, l'accordo amichevole tra contribuente e fisco, poi la voluntary disclosure che sta contribuendo a riportare dall'estero ingenti capitali, quindi il clima sta cambiando" per metodo e prassi nei rapporti tra fisco e contribuente.

Inoltre "non dimentichiamoci - ha proseguito il ministro - che molti paesi avanzati come la Germania non hanno il tetto al contante e il tasso di evasione è molto basso quindi non c'e' correlazione": si tratta "quindi di un dibattito - ha concluso - che lascia il tempo che trova".

Nella spending review "quello che abbiamo deciso di non utilizzare è il capitolo delle tax expenditures, che potrebbero fornire spazi intervento, perchè operare in quella direzione avrebbe significato aumentare le tasse e questo va contro il programma del governo" ha proseguito Padoan. "Nei prossimi anni - ha osservato - ci saranno spazi per utilizzare maggiori margini di manovra".

Per Padoan "è chiaro che piu' si va avanti e piu' si va nei dettagli" ed "e' quello che abbiamo fatto allontanandoci sempre piu' da tagli lineari ma - ha proseguito -addentrandoci nelle singoli decisioni di spesa; questo ha riguardato i ministeri e mi auguro avvenga sempre piu' in collegamento con l'implementazione della riforma della Pa in direzione di una macchina amministrativa piu' snella e efficiente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.