Home . Soldi . Economia . Saeco, firmata l'intesa, ora voto in fabbrica

Saeco, firmata l'intesa, ora voto in fabbrica

Papignani (Fiom), di più non si poteva fare se non la rottura ma decidono i lavoratori

ECONOMIA
Saeco, firmata l'intesa, ora voto in fabbrica

La firma dell'ipotesi di accordo sulla Saeco-Philips.

Firmata all'alba l'ipotesi di accordo per la crisi della Saeco-Philips di Gaggio Montano, sull'Appennino bolognese. "Alle 4.35 firma intesa Philips-Saeco con ministro Guidi e sindacati". Si legge in un tweet del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che pubblica la foto della firma, avvenuta all'alba a Roma, insieme al ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi e alle parti sociali. L'azienda aveva annunciato 243 esuberi per i quali si profila ora una prospettiva di salvataggio, almeno in parte, dei posti di lavoro. Ma l'ultima parola spetta ai lavoratori, da mesi in presidio h 24 davanti allo stabilimento.

I termini dell'accordo saranno illustrati nel tardo pomeriggio all'assemblea con i lavoratori, spiega il segretario regionale della Fiom Bruno Papignani. "Una valutazione su un accordo così complesso, che ritengo necessario per la tutela dei lavoratori, e sicuro che di più non era possibile fare, - aggiunge Papignani su Facebook - ha bisogno di un giudizio articolato, di una valutazione onesta trasparente e realistica, con un giudizio politicamente corretto sull'intera vicenda". Insomma per la Fiom "di più non si poteva fare se non la rottura", ma adesso "decideranno i lavoratori".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI