Count down per ExoMars, su Marte vola il know how dell'Italia

L'Europa approda per la prima volta su Marte con la missione ExoMars 2016, che partirà il 14 marzo prossimo dalla base di Baikonour alle 10,31 ora italiana, e verso il pianeta rosso vola anche il know how scientifico e tecnologico italiano. Molte delle avanzatissime tecnologie che approderanno sul pianeta rosso sono state infatti realizzate dalle industrie nazionali del Gruppo Finmeccanica e così, per avvicinare i cittadini a questa straordinaria missione spaziale, da oggi è stata inaugurata un'installazione in Piazza del Popolo, a Roma, da cui si potrà seguire il lancio e le fasi più salienti di questa nuova avventura nello spazio.

Realizzata dall’Agenzia Spaziale Italiana in collaborazione con Thales Alenia Space Italia, Finmeccanica e Telespazio, l'installazione, la prima mai portata in piazza sulle attività spaziali del nostro Paese, è stata inaugurata oggi dal ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini, che ha tagliato il nastro con il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston, l'ad del Gruppo Finmeccanica, Mauro Moretti, l'ad di Thales Alenia Space Italia, Donato Amoroso, e l'ad di Telespazio, Luigi Pasquali.

"La ricerca spaziale, la scienza 'blue sky', orientata ad andare a superare le frontiere ultime come Marte, è la base reale del progresso" ha osservato il ministro Giannini. Una visione pienamente condivisa dal numero uno di Finmeccanica. Il settore delle attività spaziali, ha detto Moretti, "è un driver per lo sviluppo e la crescita" e nelle missioni spaziali "l'industria nazionale non solo scommette ma investe perché si anticipa con questo tipo di ricerca quello che sarà la tecnologia fra 20-25 anni".