Home . Soldi . Economia . Meridiana avvia procedura di mobilità per 955 dipendenti in esubero

Meridiana avvia procedura di mobilità per 955 dipendenti in esubero

ECONOMIA
Meridiana avvia procedura di mobilità per 955 dipendenti in esubero

(Fotogramma)

Meridiana Fly e Meridiana Maintenance hanno annunciato oggi alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni competenti l’avvio della procedura finalizzata alla messa in mobilità di 880 unità in esubero strutturale per Meridiana Fly (142 Piloti, 649 Assistenti di Volo e 89 Personale di Terra), di 75 unità per Meridiana Maintenance. Resta comunque confermato il target di 527 unità in esubero nell’ipotesi di accordo sul contratto di lavoro e realizzazione della partnership. Lo rende noto Meridiana in un comunicato.

L’apertura di tali procedure avviene in coerenza con quanto illustrato dalle due aziende alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni competenti e risponde innanzitutto ai vincoli di tempistica esistenti, rappresentati dalla scadenza della Cassa Integrazione Straordinaria (30 aprile per Meridiana Maintenance e 26 giugno per Meridiana Fly), e del termine del 30 giugno 2016 oltre il quale i trattamenti di sostegno del reddito al personale in mobilità andrebbero a ridursi in maniera significativa. In particolare, tenuto conto della durata della procedura di mobilità (75 giorni), l’azienda aveva preannunciato come il 10 aprile 2016 fosse il termine ultimo per l’apertura delle procedure di mobilità.

Saranno immediatamente attivati, sottolinea la compagnia, gli opportuni confronti con le organizzazioni sindacali e le istituzioni per definire l'utilizzo degli strumenti disponibili per la gestione del personale in esubero, che nelle due società complessivamente ammonta a 955 unità.

A tale riguardo Meridiana ricorda che il 7 marzo l'azienda ha comunicato gli strumenti in grado di gestire il personale in esubero attuabili grazie ad un percorso condiviso fra l'azienda e i sindacati. Il 14 marzo l’azienda ha illustrato il Piano industriale del Progetto di partnership con Qatar Airways. Il 23 marzo sono stati quantificati, per singola categoria, i fabbisogni aziendali, il conseguente surplus di personale e i relativi strumenti di recupero, con particolare riferimento ai benefici che deriverebbero dal Progetto di partnership con Qatar Airways, laddove finalizzato.

In particolare, sottolinea Meridiana, è stata pianificata l’attivazione dei seguenti strumenti: Assorbimenti di personale navigante presso Air Italy, società del Gruppo Meridiana; pre-pensionamenti; accesso alla mobilità volontaria incentivata; a fronte dell’auspicata finalizzazione dell’accordo di partnership: maggiore impiego di personale navigante grazie a: i) apertura nuova attività full cargo, ii) ottimizzazione del network e maggiore utilizzo della flotta; accesso volontario a contratti part-time verticale.

Il complesso di queste azioni consentirebbe di ridurre in maniera significativa la dimensione del personale in esubero, che potrebbe diminuire sino a un totale di 527 persone, di cui 470 in Meridiana Fly (422 Assistenti di Volo, 48 appartenenti al Personale di Terra e nessun pilota) e 57 unità per Meridiana Maintenance.

L’accordo di partnership, sottolinea Meridiana, prevede inoltre la formulazione di offerte di lavoro a favore del personale del Gruppo Meridiana (piloti e assistenti di volo, tecnici e personale di terra) da parte del Gruppo di appartenenza del partner, coerentemente ai fabbisogni di personale di questi e all’interesse delle persone interessate.

L’azienda conferma la possibilità di usufruire delle uscite incentivate, con il riconoscimento della somma di 15.000 euro lordi, in base all’accordo sottoscritto in data 6 agosto 2015 e coerentemente ai vincoli di tempistica sopra richiamati. A tale riguardo il Governo ha comunicato che è in fase di emanazione il decreto interministeriale di estensione del trattamento di mobilità per un ulteriore biennio.

Anche al fine di poter definire positivamente il Progetto di partnership, le aziende, conclude Meridiana, "avvieranno sin dalla prossima settimana il confronto con le organizzazioni sindacali sia in relazione alle procedure di mobilità sia in relazione all’adozione di un nuovo contratto di lavoro, aspetti entrambi necessari ai fini del Progetto".

"E' chiaro che l'azienda sta trascinando lavoratori e sindacati verso lo scontro frontale" commenta l'Usb. Lunedì dalle 9, rileva il sindacato, ci sarà il presidio dei lavoratori presso l'hangar 4 aeroporto Malpensa in occasione della convocazione per alcuni dipendenti Meridiana (secondo turno) per la firma "della proposta di lavoro-truffa in Air Italy, la controllata di Meridiana in cui da anni si trasferisce l'attività".

Contratti, sottolinea l'Usb, "che non solo sono inaccettabili poiché ultrattivi rispetto la fine della cassa integrazione ma che ribadiscono la volontà aziendale di mantenere le due realtà separate".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI