Home . Soldi . Economia . "No ai licenziamenti". A Roma e Palermo nuova mobilitazione dei lavoratori Almaviva

"No ai licenziamenti". A Roma e Palermo nuova mobilitazione dei lavoratori Almaviva

ECONOMIA
No ai licenziamenti. A Roma e Palermo nuova mobilitazione dei lavoratori Almaviva

(Fotogramma)

Oggi giornata di mobilitazione nazionale per Almaviva in piazza SS. Apostoli a Roma e a Palermo in contemporanea un sit-in unitario davanti alla Prefettura "per dire no ai licenziamenti che scatteranno se entro il 5 giugno non si troverà una soluzione".

"Il folto presidio di lavoratori Almaviva presente a piazza Santi Apostoli a Roma ha ottenuto che una delegazione sia ricevuta a Palazzo Chigi dal sottosegretario Claudio De Vincenti per manifestargli le preoccupazioni circa un'incomprensibile rigidità tenuta dal governo nella gestione della vertenza" ha annunciato Michele Azzola, segretario nazionale Slc Cgil, in piazza SS. Apostoli insieme ai lavoratori Almaviva oggi in sciopero.

"Lavoratori e rappresentanze sindacali - sottolinea - vogliono affrontare una discussione di merito priva di veti ideologici che riesca a individuare soluzioni che diano una prospettiva agli oltre 8000 dipendenti del gruppo Almaviva. Questi lavoratori - aggiunge - pagano i ritardi dell'azione di governo e il mancato rispetto delle leggi italiane sulla delocalizzazione; da troppi anni hanno avuto promesse che non sono state mantenute e vivono una profonda sfiducia nei confronti dell'intera classe dirigente di questo Paese".

Il compito di chi ha ruoli istituzionali, rileva il sindacalista, "è quello di capire e trovare soluzioni in grado di avere il consenso dei lavoratori. Speriamo che il buon senso prevalga - conclude Azzola - e si riesca a dare serenità a 3000 famiglie concentrate a Palermo, Napoli e Roma".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI