Home . Soldi . Economia . Pa, Valotti (A2A): le partecipate devono fare 'impresa'

Pa, Valotti (A2A): le partecipate devono fare 'impresa'

La loro natura pubblica le rende sensibili alle istanze sociali

ECONOMIA
Pa, Valotti (A2A): le partecipate devono fare 'impresa'

"A me piacciono le imprese pubbliche purché la parola fondamentale sia 'impresa'. Poi se è pubblica, meglio". E' il commento di Giovanni Valotti, Presidente di Utilitalia e di A2A, la multiutility milanese, a margine del seminario 'I decreti Madia: quale futuro per le partecipate?'.

"Tanto più le partecipate - afferma Valotti - assomigliano alle amministrazioni pubbliche, tanto meno hanno ragione di esistere. Tuttavia, tanto più la loro natura pubblica le rende sensibili alle istanze sociali, ambientali dei territori, tanto più la parola 'pubblica' ha più senso di 'privato'. Quindi se coniughiamo bene le due parole, 'impresa', nel senso di attività imprenditoriale in cui i costi si contengono, i servizi si innovano e le tecnologie si sviluppano, e 'pubblica', ovvero attenzione ai cittadini, ai territori e all'ambiente, riusciamo a fare una bellissima forma di impresa".

"Decreti come questi rappresentano uno spartiacque tra l'era, anche gloriosa, delle vecchie municipalizzate e un futuro che vede operatori sempre più industriali, più tecnologici e più forti finanziariamente, capaci quindi di assicurare ai territori e ai cittadini i servizi di qualità e che servono davvero. Come sempre, in tutte le riforme conta più la fase di attuazione che quella del disegno, quindi vedremo come si comporterà il sistema".

"Un'azienda come A2A - conclude Valotti - è un esempio di una trasformazione già compiuta. A2A è la multiutility più grande d'Italia e aziende di questa grandezza hanno già fatto il passaggio dal modello delle municipalizzate di una volta ad impresa che compete nei mercati. Anche con una grandissima attenzione ai costi. A2A ha una politica di spending review forse più efficace di quella tentata da molti governi, perché noi i costi li abbiamo ridotti drasticamente, a partire dai costi della governance che, con il nostro arrivo, sono stati esattamente dimezzati".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI