Home . Soldi . Economia . Italo debutta in 'Inferno' e punta a traguardo 10 milioni di passeggeri

Italo debutta in 'Inferno' e punta a traguardo 10 milioni di passeggeri

ECONOMIA
Italo debutta in 'Inferno' e punta a traguardo 10 milioni di passeggeri

Italo 'passa' per Hollywood e punta, intanto, a nuovi obiettivi di crescita. Mentre, infatti, si prepara a tagliare il traguardo dei 10 milioni di passeggeri nel 2016 e a consolidare i risultati positivi di bilancio conseguiti nel 2015, il treno superveloce di Ntv debutta sul grande schermo e offre oggi un'anteprima esclusiva di 'Inferno', il nuovo film diretto da Ron Howard, in contemporanea nelle principali città del network: Roma, Napoli, Torino, Milano, Venezia, Bologna e Firenze.

Quella di 'Inferno' rappresenta per Italo, che per l'occasione si è trasformato in un set cinematografico per alcune scene clou del film, un'importante vetrina internazionale per presentarsi a milioni di spettatori nel mondo mentre sfreccia nella campagna toscana. Un 'product placement' di grande effetto, dunque, per un'azienda che, dopo un decollo difficile, ha intrapreso con il nuovo piano industriale e il turn around segnato nel 2015 un percorso di crescita.

La strada non è certo in discesa viste le difficoltà, più volte denunciate dall'azienda, di un contesto di mercato complesso, dove, anche se meno del passato, non mancano i motivi di tensione e di schermaglie con l'incumbent Fs spa, come negli ultimi giorni dalla vicenda dei macchinisti di Ntv 'contesi' con Trenitalia.

Il binario, tuttavia, sembra essere quello giusto. Il 2016 dovrebbe essere l'anno del consolidamento, dopo il 2015, anno in cui, dopo la cura dell'ex ad Flavio Cattaneo, Italo ha archiviato un ebitda operativo positivo per 58 milioni di euro e un utile prima delle tasse di 1,8 milioni. Ora, dopo i 9,1 milioni di passeggeri dello scorso anno, l'obiettivo è raggiungere quota 10 milioni con un load factor ben sopra il 70%.

Ma i riflettori sono già puntati al 2017 con l'arrivo, previsto a partire da dicembre, dei primi nuovi treni Alstom dei 12 acquistati. Un investimento importante, che prevede anche 30 anni di manutenzione che verrà fatta a Nola che rappresenta per gli azionisti, ormai tutti italiani, e le banche una nuova scommessa sul futuro di Italo.

Con i nuovi treni arriverà un ulteriore potenziamento della dorsale Milano-Napoli, con frequenze sotto la attuale mezz’ora ma si apriranno anche nuove tratte, la prima sicuramente Torino-Venezia.

Altro servizio di punta di Italo è Italobus, il sistema integrato e intermodale per portare l’alta velocità dove ancora non c’è: prima la medio padana, poi quest’estate il Cilento, che ha riscosso grande successo, e a seguire il Sud, servendo da Salerno Potenza, Taranto e Matera. E ora si stanno guardando altre aree, a cominciare da Marche e Toscana.

Infine, Italo è pronto per l'appuntamento, da domani, del Ttg di Rimini, l'esposizione internazionale del turismo, dove presenterà le novità della stagione invernale. Una delle più importanti è rappresentata dalle nuove frequenze su Napoli, in particolare quelle della mattina. Verrà infatti anticipato l'arrivo di Italia nel capoluogo partenopeo visto che ora il primo treno arriva alle 12,00, troppo tardi per molti passeggeri.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI