Home . Soldi . Economia . Cosa rischio? Ecco le nuove 'Avvertenze' per chi fa investimenti

Cosa rischio? Ecco le nuove 'Avvertenze' per chi fa investimenti

ECONOMIA
Cosa rischio? Ecco le nuove 'Avvertenze' per chi fa investimenti

(FOTOGRAMMA)

Più chiarezza e più efficacia informativa nelle 'Avvertenze per l'investitore', lo strumento che, pur non facendo parte del prospetto, serve ad evidenziare in poche pagine i rischi di particolare rilevanza connessi alla società e/o agli strumenti finanziari proposti al mercato. E' questo il senso di una Raccomandazione adottata dalla Consob.

L'obiettivo, si legge in una nota, è quello di migliorare la qualità delle informazioni disponibili per risparmiatori e investitori. La Raccomandazione richiama l'attenzione degli operatori sull'importanza di redigere le 'Avvertenze per l'investitore', attenendosi a criteri di brevità e concisione, semplicità espositiva, comprensibilità e immediatezza.

In particolare la Raccomandazione fa riferimento, sia pure in forma solo esemplificativa e non esaustiva, ad alcuni dei contenuti che nella prassi hanno costituito oggetto di richiamo nelle 'Avvertenze': l'obiettivo dell'operazione; le eventuali incertezze sulla continuità aziendale legate alla situazione economica, patrimoniale, finanziaria e gestionale dell'emittente; le caratteristiche del prodotto finanziario proposto, rappresentandone l'eventuale complessità e i rischi di illiquidità, che possono incidere sul recupero dell'investimento.

Dal punto di vista grafico-stilistico il testo delle 'Avvertenze' dovrà essere pubblicato con buona evidenza nella pagina immediatamente successiva alla copertina del prospetto, in caratteri facilmente leggibili, in uno stile discorsivo, evitando quanto più possibile acronimi e tabelle. Le 'Avvertenze' dovranno fornire un'informativa compiuta, ancorché sintetica, tale da consentire una lettura autonoma del testo, fermo restando la necessità di leggere l'intero prospetto e la sezione dedicata ai "Fattori di Rischio".

La Raccomandazione sulle 'Avvertenze per gli investitori' fa seguito a quella del 18 ottobre scorso in materia di 'Distribuzione degli strumenti finanziari tramite una sede di negoziazione multilaterale'. Con ciò Consob ha emanato due delle tre raccomandazioni poste in consultazione il 9 maggio di quest'anno. La terza, quella sulle 'Informazioni-chiave da fornire ai clienti al dettaglio nella distribuzione di prodotti finanziari', è tuttora in esame.

La valutazione terrà conto degli sviluppi in ambito europeo della direttiva comunitaria sui prodotti finanziari pre-assemblati di matrice bancaria e assicurativa (Priips), al fine di assicurare piena coerenza fra le iniziative di regolamentazione assunte a livello nazionale e la legislazione europea in fase di definizione.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI