Home . Soldi . Economia . Padoan: "Banche a rischio? Financial Times non aveva niente da scrivere..."

Padoan: "Banche a rischio? Financial Times non aveva niente da scrivere..."

ECONOMIA
Padoan: Banche a rischio? Financial Times non aveva niente da scrivere...

(Fotogramma)

"L'articolo del Financial Times mette insieme tante cose: forse era lunedì e non avevano tante cose da dire". In conferenza stampa sulla manovra a Palazzo Chigi frecciata del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al quotidiano britannico che in un articolo ha parlato di rischi per otto banche italiane in caso di vittoria del 'no' al referendum del 4 dicembre. "Non è una situazione gradevole. A nessuno piace andare per mare con il mare agitato, si preferisce un mare calmo, a tutti piace il sole e l'azzurro, torneranno", aggiunge.

Padoan si sofferma sulla posizione che l'Ocse ha assunto in relazione alla manovra, giudicando "appropriata l'intonazione fiscale" "perché è moderatamente espansiva pur nei vincoli di finanza pubblica, riafferma l'importanza delle riforme per la crescita e per ampliare spazio fiscale, concetto banale ma importante". Il ministro evidenzia che "con una crescita stabile ci sono più risorse e questo rende permanenti i risparmi".

"L'Ocse dà il debito in calo nel 2016 rispetto al 2015", prosegue Padoan. Nel rilevare che "il metodo di calcolo del debito è leggermente diverso", il ministro ha sottolineato che si tratta di una "tendenza importante, viene confermato che il debito si stabilizza". "Ho espresso spesso preoccupazioni per il debito" ma oggi - osserva Padoan - "questo dato conferma come le solidità finanziaria del paese continua a essere perseguita".

TAG: banche, padoan, ue, ft
Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI