Home . Soldi . Economia . Mediaset, da Agcom possibile stop a unione con Telecom

Mediaset, da Agcom possibile stop a unione con Telecom

ECONOMIA
Mediaset, da Agcom possibile stop a unione con Telecom

(Fotogramma)

Potrebbero essere vietate operazioni volte a concentrare il controllo di Telecom Italia e Mediaset . Lo segnala l'Agcom, intervenendo nell'operazione Vivendi. Riferendosi ai tetti anti-concentrazione l'Agcom segnala che Telecom detiene il 44,7% della quota del mercato prevalente delle telecomunicazioni e Mediaset una quota del 13,3% del Sic.

Unione europea - "No comment" per il momento dalla Commissione europea sul caso Vivendi-Mediaset. "L'operazione non è stata notificata" ha detto all'Adnkronos Ricardo Cardoso, portavoce del commissario Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager. In base alle regole europee ogni operazione di dimensione europea va notificata all'Antitrust comunitario prima di essere implementata in modo da prevenire concentrazioni che danneggino un'efficace concorrenza nel mercato europeo o in una parte significativa di esso. Dal momento in cui la transazione viene trasmessa a Bruxelles, la Commissione ha 25 giorni lavorativi per esaminarla e decidere se dare il via libera o se, in caso di dubbi, aprire un'indagine approfondita. Spetta alle parti coinvolte, e dunque nella fattispecie a Mediaset e Vivendi, valutare se l'operazione va notificata alla Ue.

Mediaset - Fonti vicine al gruppo Mediaset, interpellate dall'Adnkronos, "smentiscono categoricamente di aver mai ricevuto proposte concrete da Vivendi per Premium". Le proposte "erano contenute nel contratto firmato l'8 aprile, dopo di che più nulla è stato ricevuto da Mediaset", concludono le stesse fonti.

Vivendi - "Siamo sereni. Non è un'operazione sollecitata, ma non è un atto ostile". A spiegarlo sono fonti vicine al gruppo Vivendi che negli ultimi giorni è salito al 20% nel capitale sociale di Mediaset. Il gruppo, aggiungono le stesse fonti, "si nuove nei termini di legge". Le intenzioni del gruppo, guidato da Vincent Bolloré, si spiega,"sono coerenti e in linea con quello che ha sempre dichiarato ossia che il gruppo intende sviluppare le proprie attività nel Sud Europa e con ambizioni strategiche nel settore dei media e dei contenuti".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI