Home . Soldi . Economia . 'Milanofil' giunge alla trentesima edizione, una 'festa' per la filatelia

'Milanofil' giunge alla trentesima edizione, una 'festa' per la filatelia

ECONOMIA
'Milanofil' giunge alla trentesima edizione, una 'festa' per la filatelia

Bambini in gita scolastica, appassionati di ogni età e collezionisti da tutta Italia. Parte come una festa, tra i padiglioni del MiCo, la trentesima edizione di Milanofil, la rassegna filatelica internazionale più attesa da chi ama i francobolli e la loro storia. La presidente di Poste Italiane, Luisa Todini, è intervenuta all'inaugurazione, sottolineando il valore culturale della filatelia.

"Raccogliere e collezionare i francobolli dedicati ai personaggi, alle aziende e agli eventi che hanno segnato la nostra storia è un’attività che preserva e rafforza la nostra identità nazionale, concorrendo alla trasmissione dei suoi valori fondamentali alle giovani generazioni. Una missione di cui Poste Italiane si rende interprete insieme a tutti i cittadini da ben 155 anni", ha detto ai presenti per la cerimonia.

A Milanofil, quest'anno, si parla anche di donne, con uno spazio culturale curato dall’archivio storico di Poste Italiane. Fotografie, filmati e strumenti di lavoro d’epoca ripercorrono l'evolversi del ruolo delle donne in Poste. "La prima donna a lavorare in Poste è stata assunta nel 1865: oggi il 53% dei dipendenti è fatto da colleghe donne e queste sono cresciute sempre nel tempo. Oggi l'azienda ha un modello di governance con un perfetto mix di uomini e donne anche in ruoli apicali e tecnici", spiega ancora Todini.

Si parte dall’Ottocento, quando per lavorare come telegrafiste e impiegate bisognava essere nubili o avere l'autorizzazione maritale, fino ad arrivare ai giorni nostri. Fra i filmati, anche due video informativi del 1967 con testimonial di eccezione: Raffaella Carrà, Aba Cercato, Paola Pitagora e Sylva Koscina che fanno pubblicità al Cap, appena introdotto in Italia.

Tra le novità della manifestazione promossa da Poste Italiane, la nuova emissione per la serie tematica 'il Senso Civico', dedicata al Corpo della Polizia Penitenziaria, e la Visual Card, che coniuga la tradizione del collezionismo filatelico con il mondo digitale: si tratta di una cartolina di dimensioni maggiori rispetto a quelle tradizionali, dotata di un codice QR grazie al quale è possibile visualizzare un piccolo filmato dedicato alla città di Milano. La Visual Card sarà disponibile nello stand di Poste Italiane insieme alla cartolina e alla tessera dedicate alla manifestazione.

A disposizione dei visitatori anche una parte della mostra di francobolli allestita all’Arengario di Milano nel 1946, che sottolineava il filo conduttore che legava il Risorgimento ottocentesco alla Resistenza. Tra i numerosi ospiti della kermesse filatelica anche molte aziende del settore vitivinicolo e agroalimentare visto che negli ultimi anni molti francobolli sono stati dedicati alle “eccellenze enogastronomiche” del Paese.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI