Home . Soldi . Economia . Manovra bis: ecco cosa aumenta

Manovra bis: ecco cosa aumenta

ECONOMIA
Manovra bis: ecco cosa aumenta

(Foto Fotogramma)

Si avvicina l’appuntamento con la manovrina da 3,4 miliardi chiesta dalla UE per riportare i conti pubblici all’interno dei parametri comunitari. Si tratta di correggere per un importo pari allo 0,2 per cento del Pil il deficit atteso per quest'anno. Per reperire le risorse il Mef punta soprattutto a tagli della spesa e lotta all'evasione Iva.

Tra le ipotesi che stanno prendendo più corpo nelle ultime ore c'e quella di estendere il meccanismo della rottamazione delle cartelle esattoriali, che ha riscontrato un enorme successo, anche al contenzioso tributario, vale a dire alle liti tra fisco e contribuenti a seguito di un accertamento.

Secondo gli ultimi rumors, il Governo starebbe inoltre pensando a un riordino delle accise sui tabacchi, che dovrebbe portare nelle casse pubbliche circa 200 milioni di euro. Nessun ritocco in vista invece, al momento, su alcolici e benzina. Ulteriori risorse dovrebbero arrivare dalla norma sullo split payment Iva, che l’Italia chiede di prorogare al 2020 ed estendere ai rapporti con le società pubbliche. Si tratta della scissione dei pagamenti, in base alla quale il fornitore emetta fattura senza incassare l’Iva che viene versata al fisco direttamente dalla pubblica amministrazione. Ulteriori risorse, con ogni probabilità, saranno infine recuperate attraverso un riordino delle agevolazioni fiscali.

TAG: manovra, Ue, bis, Pil, Mef
Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI