Home . Soldi . Economia . Alitalia, ecco i soldi e i commissari

Alitalia, ecco i soldi e i commissari

ECONOMIA
Alitalia, ecco i soldi e i commissari

(Foto Fotogramma)

Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha disposto oggi con decreto l’ammissione di Alitalia all’amministrazione straordinaria in base al decreto legge Marzano. Con lo stesso decreto è stato nominato un collegio commissariale composto da Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari.

Chi sono i tre commissari

I termini dell'intervento del governo su Alitalia "non sono quelli di immaginare una rinazionalizzazione di Alitalia. Lo abbiamo escluso fin dal primo momento, lo escludiamo oggi", ha detto il premier Paolo Gentiloni al termine del Consiglio dei ministri. "Da parte nostra c'è stata la responsabilità di chi deve assicurare alcuni servizi fondamentali al nostro Paese, i collegamenti fondamentali, alcuni diritti acquisiti di chi ha acquistato i biglietti, la continuità, sia pure per il periodo di amministrazione straordinaria e quindi limitato nel tempo. Questo fa parte dei doveri e delle responsabilità del governo", ha aggiunto.

"Il mandato affidato ai commissari è chiaro: a breve dovranno aprire alle manifestazioni di interesse per individuare il potenziale acquirente", ha sottolineato Calenda, annunciando la concessione di un "prestito ponte di 600 milioni per 6 mesi". Il prestito, ha spiegato, sarà erogato "a condizioni di mercato, euribor più mille punti base. "Era il massimo - ha detto - che si potesse prevedere e fare". "I commissari hanno un mandato ampio nello spettro ma limitato nei termini temporali", ha evidenziato il ministro. Alitalia ha "4,9 milioni di prenotazioni in piedi e trasporta 2 milioni di passeggeri al mese", ha detto ancora, sottolineando con questi numeri gli "impatti pesantissimi" che avrebbe comportato la scelta di lasciare a terra gli aerei della compagnia.

AZIENDA - Il Consiglio di amministrazione della compagnia oggi ha deciso all'unanimità di presentare l'istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria come disposta dalla legge. Ad annunciarlo è stato l'azienda al termine della riunione del board, che si è svolta dopo l'Assemblea dei soci della compagnia.

Il Cda ha preso atto "della grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società, del venir meno del supporto dei soci e dell'impraticabilità in tempi brevi di soluzioni alternative". I voli e le operazioni di Alitalia non subiranno alcuna modifica e continueranno secondo la programmazione prevista.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI