Home . Soldi . Economia . Alitalia, incontro Calenda-Gubitosi: "Parlare poco, lavorare molto"

Alitalia, incontro Calenda-Gubitosi: "Parlare poco, lavorare molto"

ECONOMIA
Alitalia, incontro Calenda-Gubitosi: Parlare poco, lavorare molto

(Fotogramma)

Entra nel vivo la gestione commissariale di Alitalia. Un lavoro serrato, quello avviato dalla 'trojka' di commissari, nominata dal Governo la scorsa settimana che, come prevede la 'road map' indicata dal coordinatore Luigi Gubitosi, ha preso le mosse dalla revisione degli onerosi contratti sottoscritti dal precedente management, a cominciare da quelli sul carburante, che da soli pesano per circa 130 milioni di euro.

Il tutto mentre sembrerebbe allargarsi la voragine dei conti con un buco che, secondo indiscrezioni, nei soli primi tre mesi di quest'anno tocca i 200 milioni di perdite dopo i 600 milioni persi nel 2016.

Un invito a lasciare lavorare i commissari arriva dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda che oggi, nel primo pomeriggio, ha incontrato, per circa mezz'ora, Gubitosi per fare un primo punto della situazione. "I commissari vanno lasciati lavorare", aveva detto a margine di un convegno il titolare del dicastero di Via Veneto, annunciando la riunione con il top manager.

"I commissari si incontreranno poi con i sindacati adesso è il momento di parlare poco e di lavorare molto", ha aggiunto Calenda che ha anche affermato che se fosse stato ministro nel 2008 avrebbe favorito l'accordo con Air France. Il riferimento del ministro dello Sviluppo Economico è all'imminente incontro con i sindacati, convocato dall'azienda per mercoledì alle 17:30 a Fiumicino. Come ha spiegato Gubitosi nei giorni scorsi, dopo l'esito choc del referendum, il tema del personale è stato rinviato e non eliminato". E la soluzione "non sarà indolore".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI