Gualtieri, così ho convinto Obama a venire in Italia

''Non riuscivo a far capire le potenzialità di sviluppo economico del settore che rappresentiamo e per riuscirci avevo bisogno di qualcuno di grande per farle capire in primis a noi italiani. Così ho pensato a Barack Obama''. Marco Gualtieri l''imprenditore che ha fondato Seeds&Chips non ha avuto dubbi su chi puntare per il summit globale legato all'innovazione nell'alimentazione. ''Era un sogno, ma ragionato. C'era bisogno di qualcuno -dice all'Adnkronos- capace di attirare anche l'attenzione internazionale'''. Qualcuno che su questo fronte ''avesse una grandissima attenzione e sensibilità: la risposta più adatta era il nome dell'ex presidente degli Stati Uniti''.

Obiettivo difficile però: da quando aveva lasciato la casa Bianca Obama aveva tenuto solo un discorso a Chicago. ''Così s ono ricorso a un amico, Sam Kass e gli ho detto: fratello ho un sogno, gli ho raccontato l'idea e lui mi ha assicurato che ne avrebbe parlato all'ex presidente''. Sono passati pochi giorni perchè arrivasse il sì: ''ero in riunione con i miei collaboratori, quando mi è giunta la risposta, sono saltato dalla sedia e miei collaboratori hanno sgranato gli occhi''. A convincerlo, secondo Gualtieri ''è stato quello che stiamo facendo. Lui ha una grandissima attenzione e sensibilità su questi argomenti e a quello che noi rappresentiamo. I temi vanno nella stessa direzione; l'idea dei giovani che aprivano tutte le conferenze gli è piaciuta moltissimo''.

Quanto al cachet e a l costo dei biglietti Gualtieri taglia corto: ''Non ha senso parlarne perchè distoglie l'attenzione sulle questioni al centro dell'evento. E' di quello che si deve parlare. Caso mai a me interessa di più dire che per Milano e l'Italia è stata un'occasione straordinaria. Se ci distraiamo con queste cose, rischiamo di sfruttare poco questa che è una vera opportunità. Come il costo dei biglietti: 850 euro non erano per Obama. Erano per quattro giorni di conferenze. Un evento con oltre 400 testate accreditate,ed è stato trasmesso ovunque dai media internazionali. Ecco credo che per il brand Milano, per il sistema Paese qualcosa di utile sia avvenuto''.