Home . Soldi . Economia . Alitalia, pubblicato il bando

Alitalia, pubblicato il bando

ECONOMIA
Alitalia, pubblicato il bando

(AFP PHOTO)

I commissari straordinari di Alitalia, ricevuta l'autorizzazione dal ministero dello Sviluppo economico, hanno proceduto alla pubblicizzazione del 'Bando per la raccolta di manifestazioni di interesse' non vincolanti, in conformità con quanto previsto dal decreto legge volto all'avvio della prima fase della procedura di amministrazione straordinaria.

I soggetti interessati avranno tempo fino al 5 giugno 2017 per presentare le manifestazioni di interesse, che possono essere avanzate da "imprese individuali o in forma societaria di qualsiasi nazionalità, sia singolarmente sia congiuntamente con altre imprese individuali o in forma societaria (le Cordate)" si legge nel bando pubblicato dai commissari straordinari.

Le manifestazioni di interesse dovranno arrivare, come indica il bando, in un plico sigillato, entro e non oltre le ore 18 del 5 giugno prossimo presso lo studio del notaio Nicola Atlante, a Roma. Quanto alle fasi successive della procedura, i commissari straordinari invieranno ai soggetti in possesso dei requisiti richiesti, che avranno presentato la manifestazione di interesse conformemente a quanto previsto dal bando e ritenuti in possesso della necessaria idoneità e competenza, una lettera di procedura che fisserà i termini, le modalità e i contenuti delle proposte da presentare, di carattere non vincolante.

La 'Lettera di Procedura' fisserà i tempi, le modalità ed i contenuti delle ulteriori fasi procedurali da espletare entro sei mesi dalla concessione del finanziamento del prestito ponte assicurando il rispetto dei principi di trasparenza, parità di trattamento e non discriminazione.

"Ai soggetti ammessi sarà comunque consentito, nel corso della Procedura, costituire e/o modificare Cordate - anche unendosi a soggetti che non abbiano manifestato interesse". Il bando prevede anche le cause che comportano la 'bocciatura' delle manifestazioni di interesse. "Non saranno in ogni caso prese in considerazione le manifestazioni di interesse presentate da imprese individuali o in forma societaria che si siano trovate, nei 12 (dodici) mesi precedenti alla data di pubblicazione dell'Invito, o si trovino oggi, in stato di liquidazione; siano state sottoposte, nei 12 (dodici) mesi precedenti alla data di pubblicazione dell'Invito o siano sottoposte oggi, in conformità alla legislazione dello Stato di appartenenza, a procedure concorsuali o a qualunque altra procedura che ne denoti lo stato di insolvenza, lo stato di crisi, la cessazione dell'attività o l'assoggettamento a gestione coattiva in conformità alla legislazione dello Stato di appartenenza; siano state assoggettate al divieto di contrarre con la pubblica amministrazione in base alla legislazione dello Stato di appartenenza; per le quali l'imprenditore, ovvero, nel caso di imprese in forma societaria, i componenti degli organi di amministrazione, di direzione e di controllo siano stati o siano soggetti a condanna definitiva o decreto penale di condanna o sentenza di applicazione della pena".

Allo stesso modo, "non saranno prese in considerazione manifestazioni di interesse che siano proposte per persona da nominare, che siano espresse da intermediari o da società fiduciarie, o per le quali non sia chiaramente identificabile l'impresa individuale o in forma societaria richiedente l'invito ovvero i componenti della Cordata".

L'assenza di cause di esclusione dalla Procedura "dovrà essere attestata dal soggetto istante mediante dichiarazione sostitutiva". I Commissari Straordinari si riservano "la facoltà di esperire ogni idoneo accertamento della veridicità delle dichiarazioni rese nonché di richiedere ogni ulteriore documentazione utile e/o necessaria in ordine a quanto dichiarato".

Cessione unitaria, ristrutturazione economica e finanziaria, cessione di complessi di beni e contratti: sono questi i tre indirizzi previsti dalla procedura di vendita di Alitalia contenuti nel bando. "Il programma potrà realizzarsi, in via alternativa", sulla base di uno dei tre indirizzi.

Il bando prevede "la cessione unitaria dei complessi aziendali dell'impresa con la prosecuzione dell'esercizio dell'impresa stessa (il ''programma di cessione dei complessi aziendali''); la ristrutturazione economica e finanziaria dell'impresa sulla base di un programma di risanamento (il ''programma di ristrutturazione''); la cessione di complessi di beni e contratti dell'impresa con la prosecuzione dell'esercizio dell'impresa stessa (il ''programma di cessione di beni e di contratti'')". Ciascun soggetto invitato, indica il bando, potrà formulare proposte anche per più di uno degli Indirizzi indicati fermo restando che ciascuna di tali Proposte dovrà essere pertinente ad uno solo degli indirizzi.

Il via libera del governo alla pubblicazione del bando per la vendita di Alitalia era stato annunciato dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio al termine dell'incontro al Mise tra il ministro Carlo Calenda, lo stesso Delrio e i commissari straordinari della compagnia Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. A chi chiedeva se fosse stato dato disco verde al bando, Delrio ha risposto: "Sì, certo".

Via libera confermato anche dal ministro dello Sviluppo economico Calenda, uscendo dalla sede del Mise: "Verrà pubblicato questa sera, è una procedura formale". E "ora inizia l'iter". A chi gli chiedeva se fosse soddisfatto, ha replicato: "Sono soddisfatto quando arrivano i risultati, ora si lavora e basta".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI