Home . Soldi . Economia . Alitalia, Raggi: "No al salvataggio sulla pelle dei lavoratori"

Alitalia, Raggi: "No al salvataggio sulla pelle dei lavoratori"

ECONOMIA
Alitalia, Raggi: No al salvataggio sulla pelle dei lavoratori

(Fotogramma)

"Alitalia è una risorsa per il Paese, per Roma, per Fiumicino, una risorsa che non va persa, che va salvata non sulla pelle dei lavoratori. I salvataggi fatti sulla pelle dei lavoratori non sono e non possono essere salvataggi. Il governo deve aiutare queste persone, deve iniziare a pensare ai problemi occupazionali in maniera seria. Non possiamo accettare salvataggi sulla pelle delle persone". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi durante il Consiglio comunale straordinario su Alitalia che si sta svolgendo in Campidoglio. In Aula Giulio Cesare sono presenti anche il sindaco di Fiumicino Esterino Montino e i consiglieri comunali di Fiumicino.

"E' un momento molto critico per il paese in assoluto, per Alitalia, per Roma, per Fiumicino e per la fascia costiera - ha detto Raggi - Noi abbiamo una grande azienda, ex compagnia di bandiera, che nel corso del tempo è stata condotta in maniera ondivaga, arrivando sino a oggi. Alitalia ha dichiarato lo stato di crisi ed è stata costretta ad accettare un piano di rilancio che prevede circa 2mila esuberi, tra personale di terra e personale di volo, soprattutto tra occupati di maggiore anzianità, che sono considerati i più onerosi. Duemila esuberi più tutto l'indotto presente nel tessuto produttivo dell'area di Roma, significa una perdita di migliaia di posti di lavoro".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI