Home . Soldi . Economia . Per i 150 anni di Bper iniziative a 360 gradi, dalle mostre a Vasco Rossi

Per i 150 anni di Bper iniziative a 360 gradi, dalle mostre a Vasco Rossi

ECONOMIA
Per i 150 anni di Bper iniziative a 360 gradi, dalle mostre a Vasco Rossi

Un momento della presentazione. Da sinistra, Alessandro Vandelli (amministratore delegato di BPER Banca), Paolo Battaglia (curatore della mostra), Chiara Pulini (archivista) e Fausto Ferri (curatore della mostra)

Entrano nel vivo le iniziative per i 150 anni di BPER Banca: questa mattina a Modena, presso la Chiesa di San Carlo, si è tenuta la presentazione in anteprima della mostra, del libro fotografico e dell'album di figurine che ricorderanno il percorso del gruppo compiuto in questo secolo e mezzo di vita.

L’esposizione prende vita dal libro omonimo - il primo volume ad applicare il metodo della visual history alla storia di una banca - mentre il giornale di mostra è un vero e proprio album di figurine, omaggio al legame col territorio.

La mostra allestita presso la Chiesa di San Carlo - dal titolo “150 anni di valori. La storia di BPER Banca in mostra” - ricostruisce attraverso centinaia di immagini storiche il percorso dell’Istituto dal 1867 ad oggi, che è anche quello di una città, di un territorio e dell’intero Paese. L’esposizione, a ingresso gratuito, si aprirà al pubblico sabato 10 giugno e rimarrà aperta fino a domenica 9 luglio.

Il contenuto della mostra è la sintesi di una ricerca che ha scandagliato a lungo gli archivi di BPER Banca e che ha portato alla pubblicazione dell’omonimo libro illustrato realizzato, come la mostra, utilizzando immagini - olter mille - e documenti in gran parte inediti. Niente cifre, numeri e analisi di bilancio - come ci si aspetterebbe di trovare in un libro sulla storia di una banca – ma un progetto editoriale che ha preso una direzione fino ad oggi inesplorata.

Quella in mostra a Modena è un’esposizione documentaria, fotografica e virtuale - il cui progetto e allestimento è stato curato da Paolo Battaglia, Fausto Ferri e Marta Pulini - che vuole rievocare l’ambiente principale in cui avveniva l’incontro quotidiano della Banca con i suoi clienti nella prima prestigiosa sede che, negli anni a cavallo tra ‘800 e ‘900, era ubicata presso Palazzo Fabrizi, in Corso Canalgrande a Modena.

Al pubblico che visiterà la mostra verrà lasciato un catalogo costituito non da semplici immagini, ma da figurine. Si tratta di un numero speciale del magazine di BPER Banca “Per Voi”, che costituisce un vero e proprio album, già pronto per essere completato, con all’interno 60 figurine costituite da immagini storiche e più attuali che ricostruiscono la storia della banca.

Ma per celebrare il suo 150esimo anniversario BPER Banca ha anche lanciato un concorso a premi aperto a tutti, clienti e non clienti. “150 anni, 150 per voi” è un concorso online che dà la possibilità ai partecipanti di scegliere il regalo finale, anche qui con un richiamo al compleanno della banca: è infatti possibile scegliere tra uno scooter Piaggio Liberty 150 o una vacanza di 150 ore, dove e quando si vuole. Per partecipare basta rispondere a tre semplici domande sulla storia di BPER Banca. Si può partecipare fino al 14 luglio collegandosi al sito scopri.bper.it/150anni-concorso.

La memoria dei dipendenti della Banca invece andrà a costruire un altra iniziativa per il 'compleanno' di Bper, ovvero il progetto di storytelling condiviso “La storia nelle nostre mani”. Su una piattaforma web interattiva, alla quale si accede dalla intranet della Banca, si potranno inserire e consultare i ricordi scritti dai dipendenti BPER Banca. Il progetto è anche un concorso: verranno premiati i migliori racconti selezionati da una giuria predisposta ad hoc.

Per festeggiare la ricorrenza poi dal 10 al 12 giugno Modena ospita un ricco programma di eventi, molto vario nei contenuti e nei linguaggi: al centro i temi dello sviluppo, della crescita e le sfide sociali ed economiche del nostro tempo. Nelle tre giornate - che segnano l'apertura della mostra documentaria - si susseguono altri importanti eventi culturali: dal concerto di Paolo Fresu e Paola Turci alla tavola rotonda con Galli della Loggia, Boneschi, Quadrio Curzio dall’incontro con l’autore Alessandro D’Avenia alla prima nazionale del recital di Michele Placido e Ramin Bahrami per finire con la lectio magistralis del Premio Nobel per l’Economia 2015, Angus Deaton, insieme con Beppe Severgnini.

Ma la ricorrenza verrà 'celebrata' anche con iniziative che si svilupperanno nei prossimi mesi a iniziare dal supporto - che va avanti sin dalla sua fondazione - a un’eccellenza di matrice modenese: Spira Mirabilis, l’orchestra senza direttore che porta la musica classica in giro per l’Europa. Si tratta di un gruppo di musicisti internazionali con base a Formigine: quasi tutti under 35, tra i più affermati della loro generazione, tutti con una carriera avviata rispetto alla quale il progetto Spira è collaterale. BPER ha deciso di fare un passo ulteriore, scegliendo di essere a fianco di questa singolare orchestra come partner esclusivo della tournée in preparazione per fine 2017 e inizio 2018, che toccherà tutta Italia e anche il Teatro alla Scala di Milano (17 settembre).

Ma in questo 2017 si rafforza, inoltre, la presenza del gruppo a sostegno di uno dei premi letterari più importanti d’Italia: quest’anno l’istituto - che da anni supportava le iniziative Premio Strega Giovani e Premio Strega Ragazze e Ragazzi - è sponsor della 71esima edizione del Premio Strega.

Infine in considerazione del suo legame al territorio d’origine, Bper ha scelto di non mancare a “Modena Park”, l’evento musicale dell’anno, il 1 luglio 2017 al parco Ferrari di Modena: l’Istituto sarà infatti partner ufficiale del maxi-concerto di Vasco Rossi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI