Home . Soldi . Economia . Manovra, decreto entra in vigore: le novità

Manovra, decreto entra in vigore: le novità

ECONOMIA
Manovra, decreto entra in vigore: le novità

(Fotogramma)

Il decreto legge di correzione dei conti pubblici ottiene l'ultimo ok necessario per diventare legge. L'aula del Senato, votando la fiducia, ha dato il via libera definitivo alla manovrina, con 144 sì, 104 no e un astenuto. La parte 'correttiva' opera un intervento su deficit di quest'anno di circa 3,1 miliardi, di cui 2,8 miliardi arrivano da nuove entrate e 300 milioni dal taglio della spesa. Grazie all'effetto migliorativo di 0,2 punti percentuali di Pil, l'indebitamento passa dal 2,3% al 2,1%. Per gli anni successivi le maggiori risorse reperite andranno come 'acconto', per bloccare l'aumento dell'Iva previsto dalla clausole di salvaguardia. Dei 19,6 miliardi l'anno che servono, ne vengono trovati 3,8 miliardi per il 2018, 4,4 miliardi per il 2019 e 4,1 miliardi per il 2020.

Alle misure iniziali, come l'estensione dello split payment e l'incremento delle tasse su tabacchi e giochi, ne sono state aggiunte di nuove, come l'introduzione della web tax e la sostituzione degli studi di settore con gli indici sintetici di affidabilità fiscale e la creazione della tassa sugli affitti brevi. Il ritorno dei voucher ha creato non pochi problemi in Senato, dove Mpd ha prima cercato di cancellare la norma e poi non ha partecipato al voto in aula.

Consistente è il pacchetto che riguarda gli enti locali e territoriali, direttamente e attraverso i settori che sui ci occupano (sanità e Tpl). Poi c'è un nuovo pacchetto di misure per aiutare le zone colpite dagli ultimi eventi sismici, la fusione Anas-Fs, i soldi per Alitalia, l'istruzione, la cultura, l'editoria, i voucher e le monete. Ecco di seguito le principali misure del decreto legge di correzione dei conti pubblici.

DEFICIT: L'intervento di correzione dei conti pubblici è pari a 3,1 miliardi di euro, per il 2017, che arrivano per la parte preponderante (2,8 miliardi) da entrate e la parte residuale (300 milioni) da tagli della spesa.

SPLIT PAYMENT: Viene esteso il meccanismo di versamento dell'iva, dovuta per le operazioni effettuate nei confronti di soggetti pubblici. Si stabilisce che la modalità comprende tutte le operazioni effettuate nei confronti delle pubbliche amministrazioni, inserite nel conto consolidato pubblicato dall'Istat, e le società controllate dalle pubbliche amministrazioni. Per neutralizzare gli effetti negativi, derivanti dall'estensione dello split payment, dal primo gennaio 2018 è prevista un'accelerazione dei rimorsi fiscali Iva.

WEB TAX: Arriva la tassazione per le società del web con fatturato oltre 1 miliardo di euro.

NEW SLOT: Si accorciano i tempi per togliere dal mercato delle new slot, attualmente previsto al 31 dicembre 2019, e aumenta la percentuale. Il nuovo termine viene fissato al 30 aprile 2018 e la quota sale dall'attuale 30% al 34%.

ROTTAMAZIONE LITI FISCO: Le liti fiscali pendenti in ogni grado di giudizio potranno essere rottamate, presentando la richiesta, per le cause fino al 23 aprile 2017. Anche gli enti territoriali potranno stabilire, entro il 31 agosto di quest'anno, di applicare le misure anche alle liti che interessano i loro tributi.

CLAUSOLA SALVAGUARDIA: Viene assicurata una quota delle risorse necessarie per evitare l'aumento dell'Iva. I soldi che quest'anno servono per ridurre l'indebitamento dal prossimo saranno utilizzati per coprire in parte la neutralizzazione delle clausole di salvaguardia. Si tratta di 3,8 miliardi per il prossimo anno, 4,4 miliardi per il 2019 e 4,1 miliardi per il 2020.

INDICI SINTETICI : Arrivano gli indici sintetici di affidabilità fiscale, che da quest'anno mandano in soffitta gli studi di settore. I nuovi strumenti sostituiranno quelli vecchi a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2017.

TASSE GIOCHI E TABACCHI: Aumentano le tasse sui tabacchi e sui giochi.

COMUNI: Cambiano i criteri per il riparto del fondo di solidarietà comunale. Sblocco del turn over per i comuni fino a 3.000 abitanti.

PROVINCE: Viene rideterminato un finanziamento per le funzioni fondamentali, che arriva a 180 milioni nel 2018 e 2019, mentre attualmente lo stanziamento previsto è pari a 110 milioni per il 2018 e 80 milioni per il 2019. Aumenta anche il fondo per la manutenzione della rete viaria, da dividere con le regioni, che passa da 100 milioni a 170 milioni.

REGIONI: Rinvio di un anno, dal 2018 al 2019, dell'entrata in vigore dei nuovi meccanismi di finanziamento delle funzioni relative ai livelli essenziali di assistenza e delle prestazioni. E' previsto un fondo per il finanziamento di investimenti e lo sviluppo strutturale pari a 400 milioni per il 2017.

SISMA : Vengono stanziati 3 miliardi di euro, per il periodo 2017-2019, che vanno ad alimentare il fondo per accelerare le attività di ricostruzione nelle zone colpite dal sisma dello scorso anno. Sono previsti diversi interventi fiscali tra cui: proroga della sospensione di versamenti tributari e adempimenti fiscali, istituzione di una zona franca urbana, compensazione della predita di gettito tari per i comuni.

ANAS-FS: Le azioni di Anas saranno trasferite a Fs, mediamente aumento di capitale.

ANAC: L'Anac ritorna nel pieno possesso dei propri poteri. Vengono riassegnate alcune facoltà all'Autorità anti corruzione, 'saltate' con la revisione del codice degli appalti.

TRASPORTO: E' previsto un aumento del capitale sociale fino a 300 milioni di Invitalia-Agenzia nazionale investimenti e sviluppo d'impresa, per favorire gli investimenti nel settore dei trasporti. Altri 55 milioni vanno all'albo degli autotrasportatori, che si vanno a sommare ad altre risorse destinate ad agevolazioni e deduzioni forfetarie.

ALITALIA: Il decreto legge per lo stanziamento dei 600 milioni necessari ad Alitalia per evitare la chiusura entra nella manovra.

IMPRESE: Sono diverse le misure che interessano le imprese, tra cui la l'esensione della compensazione tra crediti vantati nei confronti della pubblica amministrazione e debiti fiscali, la modifica della disciplina del patent box, il finanziamento dei centri di competenza ad alta specializzazione nell'ambito del piano nazionale industria 4.0, l'ampliamento della durata del regime agevolato per le start up innovative.

S PORT: Il pacchetto di misure comprende il regolamento per la costruzione e ristrutturazione di impianti sportivi, gli interventi per assicurare l'organizzazione degli eventi di sci alpino che si terranno a Cortina d'Ampezzo (2020-2021), la garanzia dello Stato per un ammontare pari a 97 milioni, per la realizzazione del progetto Ryder cup.

CULTURA: Arrivano il fondo per il funzionamento dei sistemi bibliotecari locali, con la dotazione di un milione, e il fondo per la statizzazione e razionalizzazione degli istituti superiori musicali e delle accademie delle belle arti (43 mln). Cinque milioni vanno alla soprintendenza archeologica, belle arti e altre finalità mentre per i direttori di museo stranieri arriva la norma che conferma la validità dell'assunzione. Per favorire il settore dell'editoria vengono introdotti incentivi fiscali ed è incrementato di 25 milioni il fondo per il pluralismo e l'informazione. Non potevano mancare, infine, le misure per implementare le attività culturali in favore delle minoranze italiane in Istria, Fiume e Dalmazia.

ASSUNZIONI SCUOLA: Incremento delle risorse per 15.100 insegnanti, che da 'organico di fatto' diventeranno 'organico di diritto'. Le somma destinata al personale a tempo indeterminato viene incrementata di 40,7 milioni per quest'anno che salgono oltre 130 milioni negli anni successivi per arrivare a 184,7 milioni dal 2026 in poi. Le assunzioni saranno suddivise tra le graduatorie di merito (8.698 docenti) e le Gae (6.402 docenti).

VOUCHER: Via libera ai 'nuovi voucher' per famiglie e imprese. Arrivano il libretto famiglia per colf, badanti, insegnanti di ripetizione di 10 euro l'ora e il contratto occasionale. Inoltre si introduce un tetto unico ai compensi di 5mila euro, ma il lavoratore non potrà ricevere più di 2.500 euro l'anno dal medesimo datore di lavoro. Per le imprese, la misura minima oraria del compensi non potrà essere inoltre inferiore a 9 euro l'ora, per un massimo di 4 ore di lavoro consecutive con lo stesso datore di lavoro.

PENSIONI: Vengono precisate le caratteristiche che devono avere determinate attività lavorative, per accedere all'Ape social. Viene autorizzata la spesa per consentire di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata per i giornalisti dipendenti di aziende in ristrutturazione o riorganizzazione per crisi aziendale.

LAVORO: Viene incrementato di 58 milioni il fondo per il diritto al lavoro dei disabili. Inoltre viene introdotta la facoltà di indirizzare le risorse destinate alla cassa integrazione guadagni straordinaria per le imprese situate nelle aree industriali di crisi complessa alla prosecuzione del trattamento di mobilità in deroga, fino a un periodo massimo di 12 mesi.

MONETE: Monetine addio. Dal primo gennaio 2018 sarà sospeso il conio delle monete da uno e due centesimi, ma quelle vecchie continueranno a circolare.

AIRBNB : Viene istituita la tassa Airbnb. I portali per gli affitti brevi dovranno diventare 'esattori', e riscuotere la cedolare secca sugli affitti (21%) da parte dei proprietari di casa, da applicare ai periodi in cui le abitazioni risultano occupate.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI