Home . Soldi . Economia . Il n.1 di Alitalia: "Gli scioperi di venerdì d'estate sono da irresponsabili"

Il n.1 di Alitalia: "Gli scioperi di venerdì d'estate sono da irresponsabili"

ECONOMIA
Il n.1 di Alitalia: Gli scioperi di venerdì d'estate sono da irresponsabili

(Foto Fotogramma)

"Gli scioperi di venerdì d'estate sono da irresponsabili". Il commissario straordinario di Alitalia, Luigi Gubitosi, torna a stigmatizzare l'astensione proclamata per oggi nel settore dei trasporti che ha costretto la compagnia a operare cancellazioni di voli.

"Non ho capito bene perché si sciopera, è un regalo alla concorrenza", ha sottolineato Gubitosi parlando a 'Uno Mattina'. Oggi, ha spiegato, la compagnia proverà a cancellare "solo 160" voli, cercando così di "trasformare in grigio" un venerdì nero . "I primi 15 della mattinata sono stati regolari e tutti gli intercontinentali voleranno", ha assicurato Gubitosi.

I commissari straordinari di Alitalia sono impegnati a ridurre tutti i tipi di costi per salvare la compagnia, ma "questo purtroppo non ci permette di non fare la cig", ha affermato poi Gubitosi, in vista del nuovo round al ministero del Lavoro con i sindacati con all'ordine del giorno le modalità attuative della cigs annunciate dall'aviolinea. In particolare, i sindacati si oppongono al ricorso alla cassa integrazione a zero ore per oltre trecento lavoratori di terra. "Dobbiamo attaccare tutti i costi", ha sottolineato il commissario straordinario assicurando: " "La sicurezza è l'unica cosa che non toccheremo mai. Volando preferirei sempre volare con un pilota Alitalia".

Quanto alle manifestazioni di interesse per la compagnia sono 33, che i commissari straordinari stanno ora esaminando in vista dell'apertura della data room nei prossimi giorni. "Il nostro obiettivo - ha confermato Gubitosi - è la vendita in blocco. Cerchiamo un investitore interessato ad investire in Alitalia nel suo complesso. Vorremmo qualcuno del settore con cui fare sinergie, ma guarderemo comunque a tutte le offerte senza preconcetti".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI