Home . Soldi . Economia . Digitale, Boccia: palcoscenico ai giovani con Digithon in Puglia

Digitale, Boccia: palcoscenico ai giovani con Digithon in Puglia

ECONOMIA
Digitale, Boccia: palcoscenico ai giovani con Digithon in Puglia

Francesco Boccia (Fotogramma)

Cento startupper digitali presenteranno il loro progetto dal 23 al 26 giugno in Puglia alla maratona no-stop Digithon: una kermesse di confronti e dibattiti nelle corti dei Castelli di Barletta e Bisceglie e nelle Vecchie Segherie. Ad organizzare l'evento che si chiuderà solo dopo la presentazione dell'ultima idea, appunto la centesima, il presidente della commissione Bilancio alla Camera e presidente Digithon Francesco Boccia (Pd) e Confindustria.

"L'obiettivo è dimostrare che al Sud si possono lanciare idee e progetti innovativi, con i ragazzi protagonisti", sottolinea all'Adnkronos Francesco Boccia, presidente Digithon. "Vogliamo rendere centrale il lavoro straordinario dei ragazzi - insiste - coordinati dal dipartimento informatico di Bari, per raccogliere tutti i progetti e presentarli a banche e investitori raccolti in platea in un unico grande evento". Un evento che alla sua terza edizione (inclusa un'edizione numero 0) che punta a "diventare un appuntamento annuale. Un Sanremo del digitale: sul palco verranno presentati i 100 progetti che potranno essere votati in tempo reale, online da migliaia di elettori che potranno seguire la diretta in streaming", spiega ancora Boccia.

Dal settore del turismo, al food e agricoltura, al benessere, alla musica, ma anche e-commerce e cultura ad oggi sono 182 le start up registrate all'evento: quasi il 60% è pugliese, circa il 13% è del Lazio, oltre il 9% lombardo, per citare le prime tre regioni di provenienza. Quanto alle province di origine, al primo posto Bari (da dove proviene quasi il 30% delle start up); Andria-Barletta-Trani (il 19% circa); Roma (9%); Milano (intorno al 7%), tra le prime quattro.

A margine della maratona sono previsti incontri, dibattiti e confronti sul futuro del digitale, con il leit motiv dell'importanza della regolamentazione. "Servono le stesse regole off line e online. L'idea che online si possa fare quello che si vuole è idea sbagliata", ammonisce Boccia. I fari saranno puntati anche sulla cyber sicurity e sulla "necessità di approfondire il tema dell'innovazione tecnologica e del suo impatto sulla vita di tuti i giorni e del tema dei bitcoin", aggiune Boccia.

Partecipano il presidente Mediaset Fedele Confalonieri, il presidente del Coni Giovanni Malagò, ma anche il vice presidente del Csm Giovanni Legnini, i ministri Dario Franceschini (Beni culturali) per parlare della cultura al tempo del digitale e Beatrice Lorenzin che si soffermerà sul tema della post-verità, vaccini e fake news. Attesi anche i rappresentati dei colossi del web: la responsabile per la Public policy europea di Facebook Delphine Reyre e il responsabile Product policy di Google James Redmare per parlare di intelligenza artificiale.

Primi fino a 10mila euro per i vincitori, oltre a vari progetti per prendere in carico ragazzi migliori e sviluppare i loro progetti da parte di Poste, Telecom e Fisco e, durante l'anno, anche da Google, Facebook e le altre.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI