Home . Soldi . Economia . Incidenti stradali, luglio il mese più pericoloso

Incidenti stradali, luglio il mese più pericoloso

ECONOMIA
Incidenti stradali, luglio il mese più pericoloso

(Fotogramma)

Sulle strade italiane muoiono meno persone ma non per questo avvengono meno incidenti stradali che, anzi, sono cresciuti di numero. Nel 2016, rileva l'Istat, si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 3.283 vittime (morti entro il 30° giorno) e 249.175 feriti.

Dopo due anni di stagnazione, prosegue l'Istituto di statistica, il numero dei morti torna però a ridursi rispetto al 2015 (-145 unità, pari a -4,2%). Tra le vittime sono in aumento i ciclisti (275, +9,6%) e i ciclomotoristi (116, +10,5%), stabili gli automobilisti deceduti (1.470, +0,1%) mentre risultano in calo motociclisti (657, -15,0%) e pedoni (570, -5,3%).

Per la prima volta dal 2001, gli incidenti e i feriti registrano un incremento (rispettivamente +0,7% e +0,9%) in confronto all’anno precedente. Aumentano soprattutto i feriti gravi: sulla base dei dati di dimissione ospedaliera, sono stati oltre 17mila contro i 16mila del 2015 (+9%). Il rapporto tra feriti gravi e decessi, aggiunge l'Istat, è salito a 5,2 nel 2016 da 4,7 dell’anno precedente.

Tra i comportamenti errati più frequenti sono da segnalare per l'Istat la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 41,5% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano, infatti, l'eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l'uso di telefono cellulare alla guida.

GIOVANI - Sono i giovani tra 20 ed i 24 anni le principali vittime della strada e anche il numero dei bambini coinvolti incidenti stradali è in crescita. A focalizzarlo è l'Aci nel rapporto diffuso sui dati Istat.

LUGLIO IL MESE PIU' PERICOLOSO - E' il mese di luglio a confermarsi come il più pericoloso sul fronte degli incidenti stradali e con il maggior numero di sinistri in tutti gli ambiti stradali (16.981), rileva il rapporto Istat-Aci. A seguire ci sono maggio e giugno con 12.072 e 11.704 incidenti sulle strade urbane; 4.074 e 4.036 su quelle extraurbane. Luglio ha anche il triste primato del maggior numero di vittime (367). Seguono agosto per le strade urbane (150) e sempre agosto insieme a giugno per quelle extraurbane (188 e 182).

VENERDÌ E SABATO SERA SI RISCHIA DI PIÙ - Di notte avviene il 13% degli incidenti e si registra circa il 25% dei morti, nelle ore serali del venerdì e del sabato si rischia di più.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI