Home . Soldi . Economia . Fincantieri, Poletti: "Accordi vanno rispettati"

Fincantieri, Poletti: "Accordi vanno rispettati"

ECONOMIA
Fincantieri, Poletti: Accordi vanno rispettati

(Afp)

"Noi siamo per tutelare la correttezza dei rapporti". E' il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a intervenire così sul dossier Fincantieri, parlando nel corso della trasmissione 'Ma cos'è questa estate' di Radio24, a poche ore dall’incontro fra il ministro francese dell'Economia Le Maire con i ministri italiani Padoan e Calenda. "Ci sono atti che testimoniano degli accordi che erano stati realizzati fra l'impresa e la nuova società e pensiamo che quello che vada fatto sia sostanzialmente rispettare gli accordi" ha detto ancora Poletti.

Per il ministro del Lavoro, "bisogna trovare le forme, le modalità, ma dobbiamo tutelare le nostre imprese nel momento in cui fanno interventi nel mondo, anche perché il mercato aperto alla possibilità di avere investimenti internazionali, ad esempio in Italia, io credo che sia un fatto positivo". "Un dato che non viene mai citato, mentre io lo considero molto importante, è che nel 2016 in Italia gli investimenti internazionali in Italia sono aumentati di oltre il 50%" ha segnalato.

"Se vogliamo che l’economia italiana cresca, che le imprese crescano, abbiamo bisogno di investitori, quindi anche di investitori internazionali, però c’è un dato di rispetto reciproco. Questo deve valere per noi, deve valere per tutti gli altri Paesi, deve valere anche per la Francia. Quindi credo - ha concluso Poletti - che debba essere sviluppato un confronto molto franco sul quale il nostro governo ha intenzione di far valere il rispetto dei patti, cosa assolutamente normale".

CALENDA RIFERISCE DOMANI ALLA CAMERA - Sulla vicenda Fincantieri-Stx domani alle 15.30 in aula alla Camera si svolgerà un'informativa urgente del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. I rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari hanno rinunciato all'unanimità allo svolgimento del question time per consentire l'informativa. Dopo il ministro, è previsto in aula un dibattito con interventi di 5 minuti per ogni gruppo.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI