Home . Soldi . Economia . Usa, Apple investe ancora: 550 nuovi posti lavoro e fondo per aree pubbliche in Iowa

Usa, Apple investe ancora: 550 nuovi posti lavoro e fondo per aree pubbliche in Iowa

Per costruire data center da 1,3 mld dollari, altri 100 mln per sviluppo aree sociali

ECONOMIA
Usa, Apple investe ancora: 550 nuovi posti lavoro e fondo per aree pubbliche in Iowa

Il progetto del nuovo data center (foto Apple)

Apple va avanti con gli investimenti e la creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti. Vedrà infatti la luce nel 2020 un data center dal costo di 1,3 miliardi di dollari che sorgerà a Waukee, nello Iowa, con l'obiettivo di fornire un miglior supporto agli utenti nord americani che utilizzano i servizi digitali di iMessage, Siri e quelli dell'App Store.

Il nuovo complesso si estenderà su una superficie di 120mila metri quadri e sarà completamente 'green' dal suo primo giorno di apertura, grazie all'utilizzo al 100% di energia da fonti rinnovabili. La posa della prima pietra, fanno sapere da Cupertino, è pianificata per il 2018 e, attraverso questo enorme investimento, Apple creerà oltre 550 nuovi posti di lavoro. Inoltre, altri 100 milioni di dollari verranno messi a disposizione dell'amministrazione di Waukee per sviluppare le infrastrutture pubbliche dell'area cittadina.

Il nuovo 'Fondo per il miglioramento pubblico', gestito direttamente dall'amministrazione cittadina, sosterrà lo sviluppo di progetti come parchi, biblioteche e spazi ricreativi, nonché di altre esigenze infrastrutturali. Il primo impegno che verrà sostenuto sarà quello della costruzione di un campus sportivo per i giovani di Waukee composto da una serra, un campo da gioco, un molo per la pesca e campi per le scuole superiori e per gli eventi sportivi pubblici.

"Apple è responsabile in 50 Stati di ben 2 milioni di posti di lavoro. Siamo orgogliosi di questo investimento, che andrà ad accrescere i già 10mila posti creati in Iowa, offrendo ancora più opportunità economiche alla comunità", ha commentato il ceo dell'azienda Tim Cook.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.