Home . Soldi . Economia . Università, quanto costa laurearsi?

Università, quanto costa laurearsi?

ECONOMIA
Università, quanto costa laurearsi?

(Fotogramma)

di Laura Botti

Materie umanistiche o studi scientifici? Istituto statale o college privato? Sono tanti i dubbi che affliggono i migliaia di studenti italiani alle prese con la scelta dell'università. Una decisione cruciale per il futuro che va ponderata con attenzione considerando non solo le inclinazioni e le aspirazioni personali ma anche il peso economico da dover sostenere nel corso della carriera accademica.

Sono infatti numerose le spese che le famiglie devono affrontare per mantenere un figlio che studia all'università. In primis il costo delle tasse universitarie, che durerà almeno tre anni in caso di Triennale e cinque anni in caso di Specialistica. Alle rette si aggiunge poi una serie di spese relative a libri, materiale didattico, trasporti e, nel caso di studenti fuori sede, abitazione (affitto, bollette ecc.).

TASSE UNIVERSITARIE - L'importo delle rette universitarie varia a seconda dell'ateneo e del corso di studi ma soprattutto in base alla fascia di reddito. Di norma sono cinque gli scaglioni di reddito considerati, calcolati in base a dei valori di Isee fissi: la I fascia comprende un reddito fino a seimila euro, la II fino a 10mila, la III fino a 20mila, la IV fino a 30mila e la V tutti gli importi superiori.

Secondo gli ultimi dati di Federconsumatori - che ha realizzato un'indagine sui costi delle università italiane - il costo medio annuo delle tasse universitarie, per uno studente il cui reddito familiare rientra nella I fascia, ammonta a 477,88 euro mentre coloro che appartengono alla II fascia pagano in media 525,33 euro all'anno.

Il costo medio annuo di chi appartiene alla III fascia invece è di 768,52 euro mentre ammonta a 1.197,69 euro quello di chi rientra nella IV fascia. Si arriva, infine, ad una media di 2.265,32 euro per quanto riguarda gli importi massimi, ovvero di chi percepisce un reddito superiore a 30mila euro.

SPESE AGGIUNTIVE - Le rette imposte dagli atenei sono solo una parte delle spese da sostenere durante gli studi universitari. Dal rapporto annuale Federconsumatori emerge che le famiglie della II fascia con un figlio che studia all'università e che continua a vivere con i genitori affrontano mediamente una spesa di 1.425,63 euro annui. Chi, invece, ha un reddito che rientra nella III fascia spende mediamente 1.668,82 euro annui. Tali spese sono comprensive del costo di libri e materiale didattico, tasse universitarie e trasporto urbano.

Ad esse si aggiungono quelle per l'abitazione (non solo l'affitto, quindi, ma anche costi di energia elettrica, gas, telefono e spese condominiali) nel caso degli studenti fuori sede. Gli studenti che rientrano nella II fascia di reddito spendono in media 7.944,10 euro annui affittando una stanza doppia, cifra che raggiunge i 9.415,70 euro annui nel caso di una stanza singola. Se invece il reddito dello studente rientra nella III fascia il costo medio annuo è di 8.187,29 euro affittando una stanza doppia e di 9.658,89 euro affittando una stanza singola.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI