Home . Soldi . Economia . Cassa integrazione, 'incentivo' per ricollocamento

Cassa integrazione, 'incentivo' per ricollocamento

ECONOMIA
Cassa integrazione, 'incentivo' per ricollocamento

(Fotogramma)

Spunta l'ipotesi del versamento dell'indennità tombale per incentivare la ricollocazione dei lavoratori in Cigs a causa di crisi aziendali. E' una delle opzioni su cui ragionano i tecnici del governo per dare maggiore appeal alle norme del Pacchetto Lavoro da inserire il Legge di Bilancio. A quanto apprende l'AdnKronos, al lavoratore che accetta di ricollocarsi, ricorrendo all'assegno varato dal Governo, sarebbe versata sia parte (probabilmente la metà) della quota di Cigs residua sia l'indennità tombale che paga l'impresa per chiudere il contenzioso. Già prevista per i nuovi contratti a tutele crescenti, l'idea, di cui si è parlato anche al tavolo di confronto fra il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e i sindacati, sarebbe di introdurre l'indennità anche in favore dei vecchi contratti. Con questo percorso, da applicare nelle crisi aziendali in accordo con i sindacati per una platea da identificare con adesione volontaria, le misure di politica attiva e dunque di transizione verso un altro lavoro partirebbero subito con la Cigs e non dopo il licenziamento. L'operazione, nelle intenzioni del Governo, prevederebbe un contributo da parte delle imprese, nell'ordine di una mensilità di stipendio. Ma per ora le associazioni d'impresa si sarebbero mostrate contrarie all'ipotesi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI