Home . Soldi . Economia . Tim-Vivendi, anche Consob francese accende riflettori

Tim-Vivendi, anche Consob francese accende riflettori

ECONOMIA
Tim-Vivendi, anche Consob francese accende riflettori

(Fotogramma)

Anche l'Autorité des marchés financiers (Amf), la Consob francese, si interessa da vicino alla questione del controllo di Telecom Italia da parte di Vivendi. L'Autorità, infatti, ha chiesto al gruppo guidato dal finanziere bretone Vincent Bolloré di presentare un'analisi precisa degli elementi che hanno permesso di sostenere che Vivendi non controlla Tim.

"In seguito alla pubblicazione dei conti semestrali di Vivendi a fine agosto -spiega all'Adnkronos un portavoce dell'Autorità- l'Amf ha chiesto al gruppo francese un'analisi precisa dell'insieme degli elementi che hanno permesso di concludere che non c'è controllo di Telecom Italia da parte di Vivendi secondo le norme contabili internazionali Ifrs". Questa analisi, sottolinea ancora il portavoce dell'Amf, "è tuttora in corso".

Lo scorso 31 agosto, infatti Vivendi ha precisato in occasione della presentazione dei conti semestrali che il gruppo "per quanto riguarda l'esistenza di una posizione di controllo legata ai principi contabili internazionali", "non ha il potere di guidare le politiche finanziarie e operative di Telecom Italia, al senso della normativa Ifrs 10".

Ieri intanto la Consob italiana ha concluso che la partecipazione di Vivendi in Tim debba essere qualificata come una partecipazione di controllo di fatto. Tali conclusioni della Consob sono state raggiunte, si legge nella lettera inviata alle parti, tenendo conto di quanto rappresentato nella corrispondenza intercorsa tra Tim, il Collegio Sindacale e Vivendi con la stessa Commissione in merito alla vicenda in oggetto, nonché sulla base dell’esame degli eventi concernenti Tim fino ad oggi intervenuti.

E, sempre ieri, non si è fatta attendere la replica di Vivendi che ha annunciato che si appellerà ai tribunali competenti contro la pronuncia della Consob che ha dichiarato il controllo di fatto della società su Tim. "Vivendi prende atto della posizione espressa dalla Consob - si legge nella nota - che ha dichiarato l'esistenza di un controllo di fatto di Vivendi su Telecom Italia. Vivendi contesta formalmente questa interpretazione e si appellerà ai tribunali competenti. Il Gruppo ribadisce di aver sempre rispettato le leggi e di averle applicate".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI