Home . Soldi . Economia . Open Fiber e Regione Umbria insieme per banda ultralarga

Open Fiber e Regione Umbria insieme per banda ultralarga

ECONOMIA
Open Fiber e Regione Umbria insieme per banda ultralarga

Fibra ottica (Fotogramma)

Open Fiber e Regione Umbria riuniscono le forze per portare la banda ultralarga a cittadini e imprese del territorio. Umbria Digitale, società inhouse della regione, e Opne Fiber hanno infatti siglato un protocollo d’intesa per la realizzazione di una rete in fibra ottica sull’intero territorio regionale, affinché cittadini e imprese possano beneficiare di una connessione ultraveloce, fino a 1 Gigabit al secondo.

La fibra ottica, spiegano la società partecipata al 50% da Enel e Cassa Depositi e Prestiti e la Regione Umbria, verrà portata in modalità Fiber to the Home (Ftth-fibra fino a casa), che è in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 Gbps (1000 Megabit al secondo) sia in download che in upload, consentendo così il massimo delle performance. Prestazioni non raggiungibili oggi con le reti in rame (Adsl) o fibra/rame (Fttc).

La Regione Umbria farà "tutto quanto di sua competenza per agevolare gli investimenti di Open Fiber in questo settore". Nel territorio regionale, Perugia è la prima città italiana interamente cablata dalla società. L’azienda si è inoltre aggiudicata il secondo bando Infratel, che prevede la realizzazione della rete in fibra ottica in Umbria nelle aree periferiche a fallimento di mercato (cluster C e D). Nell’ambito del protocollo, Open Fiber ha sottoscritto oggi una convenzione con il Comune di Terni per il cablaggio di 40mila unità immobiliari (tra famiglie e imprese) entro 18 mesi dall’avvio dei lavori, previsto per ottobre 2017.

Open Fiber poserà circa 23mila chilometri di fibra ottica, con un investimento complessivo di circa 14 milioni di euro. L’accordo stabilisce le modalità e i tempi di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Dove possibile, Open Fiber utilizzerà cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale.

"Oggi è impossibile pensare a uno sviluppo economico che prescinda dalla possibilità di comunicare, e le infrastrutture digitali sono un elemento fondamentale per traghettare il nostro Paese nella società digitale" sottolinea Stefano Paggi, direttore Network & Operations di Open Fiber, evidenziando che "questo è l’obiettivo di Open Fiber, che stiamo portando a termine in maniera innovativa cablando l’Italia con fibra ottica che arriva direttamente all’interno delle abitazioni". "Siamo particolarmente soddisfatti di questo intervento che -evidenzia l'assessore ai Lavori Pubbici, Sandro Corradi- fa fare un salto in avanti considerevole alla nostra città in termini di innovazione e di servizi alle famiglie e alle imprese". "Le azioni messe in campo, ad iniziare da quella di Open Fiber, porteranno al cablaggio di tutto il territorio comunale".

"Questo accordo è particolarmente importante perchè -spiega il vice presidente della Regione, Fabio Paparelli- assicurerà, a breve, la copertura in fibra ottica della città di Terni andando così a confermare il programma promosso dalla Regione rispetto al cablaggio dell’intero territorio regionale a partire dai due capoluoghi di provincia".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI