Gruppo Cap: la sostenibilità? Corre anche sull'online

La sostenibilità? Corre anche sull'online. Per chi ama la tecnologia il Gruppo Cap ha migliorato la app mobile Acca2o, che consente, in pochi click, di visualizzare i contratti attivi, inviare l’autolettura direttamente all’interno dell’applicazione, consultare lo stato dei contratti, visualizzare le fatture e pagare la bolletta, aiutando in questo mondo l'ambiente. Emerge dall'ultimo bilancio ambientale del 2016.

Per i clienti che invece preferiscono ancora utilizzare i canali tradizionali, Gruppo Cap ha creato i punti acqua, un servizio di sportello su appuntamento che fornisce consulenza ai clienti e che esegue le operazioni di sopralluogo e di attivazione della fornitura. Particolarità dei punti acqua è la loro mobilità: a seconda del comune richiedente, si spostano sul territorio per una maggiore vicinanza con gli utenti, riducendo anche qui i tempi degli spostamenti e generando un ulteriore vantaggio per l’ambiente.

La presenza di diversi canali di comunicazione ha spinto Gruppo Cap a sviluppare soluzioni tecniche innovative per registrare in un unico sistema tutti i contatti con il cliente provenienti da diversi canali di comunicazione: è nato così, dalla partnership con Salesforce e Deloitte, SAFO (Service Assurance Front- Office Transformation).

Safo è un sistema centralizzato che permette agli operatori di disporre in tempo reale della totalità delle informazioni connesse al singolo cliente (contratti, documenti, modulistica, storia del cliente, ecc.), gestendo quindi in modo più efficiente e uniforme il servizio di contact care. Sulla stessa filosofia di SAFO, Gruppo CAP ha sviluppato il sistema NEMO, che permette ai tecnici di gestire i sopralluoghi e le attività presso il cliente tramiti appositi tablet. Due sistemi, sviluppati nel 2016, che rappresentano una vera rivoluzione digitale del servizio idrico, una customer experience sempre più innovativa e di eccellenza e un servizio improntato allo sviluppo sostenibile del territorio.