Taiwan, Bevilacqua: "Opportunità importanti per le pmi italiane"

“Un Paese che sa scommettere su se stesso, che anticipa il ciclo economico orientandolo nel modo più conforme alle proprie caratteristiche e gettando le basi per un più solido e duraturo sviluppo economico”. Così Nunzio Bevilacqua, giurista d’impresa ed esperto economico internazionale, descrive Taiwan dal ‘2017 Taiwan Business Alliance conference’ di Taipei, uno degli appuntamenti economici più importanti dell’Asia.

Ad accogliere investitori ed economisti accorsi da tutte le parti del mondo, c’è stato il Presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, che ha aperto i lavori indicando non solo il percorso in campo economico a cui si ispirerà la sua guida del Paese ma anche la generale apertura a tutte le nazionalità che vogliano crescere, con progetti e piani di sviluppo di lungo periodo, assieme a Taiwan.

“Il percorso inaugurato, con alcuni campi particolarmente incentivati come l’industria della green economy, la meccanica di precisione, l’ICT, la difesa e le biotecnologie, si presenta da un lato come un ‘unicum’ nell’area asiatica quanto a trasparenza, efficienza e reale innovazione, dall’altro dotato di una capacità attrattiva elevata per imprese europee ed anche per Pmi italiane che vogliano trovare un partner ideale in Asia non con l’ottica del mordi e fuggi”, evidenzia Bevilacqua.

In questo contesto, “molti gli spazi occupabili per le Pmi italiane d’eccellenza, dote qui apprezzata sopra ogni cosa, che producano una qualità di prodotto avente come concorrente naturale solitamente solo quello tedesco; ma c’è la necessità, oltre che ‘fare sistema’ come alcuni Paesi europei sanno fare meglio di noi, di non avere fretta nel far partire progetti che devono basarsi su collaborazioni durature e rapporti di fiducia da intensificare nel tempo”.

Quindi, Bevilacqua conclude: “tra Italia e Taiwan sarebbe auspicabile una intensificazione dei rapporti economici che porti a liberare le enormi potenzialità, ancora inespresse, di una relazione che dovrebbe avere un peso specifico nettamente superiore di quello attuale e che, soprattutto alla luce del percorso da ultimo inaugurato, potrebbe rivelarsi vincente”.