Home . Soldi . Economia . Bus e metro, in arrivo 'sconti' per pendolari

Bus e metro, in arrivo 'sconti' per pendolari

ECONOMIA
Bus e metro, in arrivo 'sconti' per pendolari

(Fotogramma)

"L'anno scorso sono stato sconfitto, ma quest'anno torno alla carica, nella legge di stabilità vi devono essere delle agevolazioni fiscali per chi fa l'abbonamento ai mezzi pubblici e per chi ha tanti figli. Con poco più di 70 milioni di euro daremmo agevolazioni fiscali sugli abbonamenti ai trasporti locali per oltre 2 milioni di cittadini". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio nel suo intervento alla 34esima assemblea nazionale dell'Anci in corso a Vicenza.

PIANO DI INVESTIMENTI - ''Il presidente della Repubblica ieri qui ha giustamente ricordato il tema degli investimenti - ha spiegato Delrio - Ed io, sono qui per rendere conto di un piano di investimenti mai visto prima nella storia della Repubblica, sul trasporto pubblico locale, sulle metropolitane, sulle ferrovie regionali, sul rinnovo del parco autobus, perché davvero siamo di fronte ad una svolta epocale sul trasporto pubblico locale: i pendolari che ogni giorno viaggiano sui nostri autobus, sui treni locali meritano davvero qualcosa di più ed io credo che il governo abbia fatto vedere che fa sul serio, con questo impegno''.

''Le risorse ci sono tutte, ci sono tantissime risorse, adesso abbiamo solo il problema di correre per spenderle - ha spiegato Delrio - c'è un piano per la sostituzione degli autobus ed uno per la sostituzione dei treni con risorse statali e regionali per 10 miliardi di euro di investimenti, già presenti, c'è poi un piano per le metropolitane con stanziamenti che riguarda altri 10 miliardi complessivi. Stiamo parlando quindi di decine e decine di miliardi che finalmente sono a disposizione delle nostre città per rendere la vita dei cittadini più vivibile''.

MOSE - ''Ho sempre detto che le opere vanno completate, e quindi abbiamo messo a disposizione le risorse necessarie per il completamento del Mose - ha spiegato Delrio - Sono risorse già disponibili, già stanziate nel decreto ultimo firmato dal presidente del Consiglio su mia proposta. Abbiamo quindi dato garanzia che l'opera si completa''. ''Con i commissari adesso stiamo affrontando il tema della manutenzione dell'opera perché - ha aggiunto il ministro - il problema del Mose è quello di farlo funzionare e di farlo manutenere, stiamo ragionando per trovare lo strumento idoneo su questo fronte, in ogni caso - ha concluso - il Mose verrà sicuramente completato''.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI