Home . Soldi . Economia . Agenzia Entrate: "Pagare tutti, pagare meno"

Agenzia Entrate: "Pagare tutti, pagare meno"

ECONOMIA
Agenzia Entrate: Pagare tutti, pagare meno

(FOTOGRAMMA)

"La macchina 'fisco' ha bisogno di un tagliando. Per metterlo in atto senza produrre danni è necessario tempo, un progetto strategico e uno di sistema". Così il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Ruffini, sulla riforma dell'agenzia fiscale.

"Un tagliando - sottolinea - non solo per rendere efficiente la macchina, ma anche con lo sguardo rivolto alle famiglie, alle imprese, ai professionisti, al loro tempo e alla loro serenità".

PAGARE TUTTI - E aggiunge: "Credo che l’obiettivo-principio 'pagare tutti, pagare meno' - e in questi ultimi anni il navigatore ci ha portati in questa direzione, penso all’allargamento della platea dei contribuenti e non solo al canone in bolletta, così come ad una migliore e più efficace riscossione - possa essere raggiunto con maggiore rapidità se il Legislatore vorrà dare il via libera alla riorganizzazione delle Agenzie fiscali che rappresenta il grande intervento di sistema".

SERVE REVISIONE - La riorganizzazione interna è "l’avvio di una revisione più complessa che dovrà restituire agli italiani un nuovo modello, non solo più moderno, con meno consumi, meno pesante, meno rumoroso" rileva, osservando che "il fisco non dovrebbe essere semplicemente un insieme di istituti giuridici ma un’infrastruttura, un’opera pubblica senza la quale il Paese non può funzionare". E "come tutte le infrastrutture - conclude Ruffini - ha bisogno di manutenzione costante, ordinaria e straordinaria e, di tanto in tanto, di una ristrutturazione".

LO SPESOMETRO - Comunicazione dei dati con cadenza "semestrale" e semplificazione assicurando l'invio della partita Iva, la base imponibile e il numero di fattura: "Non serve niente altro", aggiunge il direttore sulle possibili modifiche per migliorare lo strumento dello spesometro sulla scia dei disagi del mese scorso.

LE MODIFICHE - Sullo spesometro la "scelta" di "possibili interventi normativi" spetta al legislatore, afferma Ruffini in audizione commissione Finanze alla Camera, aggiungendo tuttavia che l'Agenzia può "sommessamente indicare" alcuni ambiti che richiedono modifiche: la cadenza nella trasmissione dati che può diventare semestrale, la trasmissione cumulativa dei dati di fatture inferiori a 300 euro; la non applicabilità di sanzioni in casi specifici e l'esonero di alcuni soggetti, tra le proposte dell'agenzia fiscale.

PARTITA IVA - "E' importante che alle Entrate arrivino i dati essenziali: partita Iva, imponibile e numero di fattura e non serve altro. Se ci aiutate con norma simile aiutiamo i contribuenti a svolgere lavoro di contribuente e l'agenzia a svolgere il suo".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI