Home . Soldi . Economia . 'Sky licenzia Roma', protesta al ministero dello Sviluppo

'Sky licenzia Roma', protesta al ministero dello Sviluppo

ECONOMIA
'Sky licenzia Roma', protesta al ministero dello Sviluppo

(AdnKronos)

Presidi di lavoratori Sky , di Agile-ex Eutelia e di Aci Informatica sotto il Mise. Mentre si svolgeva il tavolo per il rilancio di Roma promosso dal ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, davanti al Palazzo si sono radunati gruppi di lavoratori su via Veneto e su via Molise. Diversi blindati della polizia presidiano l'area delle proteste.

I manifestanti espongono striscioni contro i licenziamenti e a favore dell'occupazione: 'Sky licenzia Roma', 'Agile Eutelia, 700 disoccupati accoltellati dal Ministero dello Sviluppo economico', si legge. E la protesta va avanti tra slogan e striscioni, sotto le bandiere di Usb, Cgil, Ugl Telecomunicazioni. Tra gli striscioni esposti anche uno dell'Usb su Alitalia e Ilva dove si legge 'Nazionalizzare si può' e uno su Almaviva; e ancora 'L'Italia è una Repubblica fondata sui licenziamenti'.

"Il tavolo su Roma va fatto al cimitero, volete soltanto il lavoro nero", uno degli slogan urlati dai manifestanti. Presenti al Mise il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, la sindaca di Roma Virginia Raggi, il segretario della Cgil Susanna Camusso, il segretario della Uil Carmelo Barbagallo, il segretario della Cisl Annamaria Furlan, il vicesindaco di Roma e assessore alla Cultura Luca Bergamo.

Nel tavolo è stato stabilito di far partire la cabina di regia tra Mise, Regione Lazio, Campidoglio, organizzazioni datoriali e sindacati per il rilancio di Roma. Un prossimo incontro tecnico, a quanto riferito dai sindacati, si dovrebbe tenere entro la prossima settimana in vista del prossimo tavolo che sarebbe stato fissato il 17 novembre.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI