Tutti i bonus per ristrutturare casa

Che si progetti di sostituire le finestre, la caldaia o i mobili, è meglio sapere come cambiano le detrazioni per gestire i tempi, dipende tutto da quando fate il bonifico, e approfittare così di uno sconto fiscale più alto. A stabilire le nuove detrazioni è la Legge di Bilancio con un pacchetto, destinato a entrare in vigore, una volta approvata, dal 2018. L'ecobonus viene confermato fino alla fine dell'anno prossimo con alcune variazioni, però, rilevanti. Nel caso in cui si cambino le finestre con gli infissi è prevista una detrazione del 50% nel 2018 su una spesa massima di 120mila euro, mentre quest'anno è del 65% ma non per più di 92mila e 307 euro. Discorso molto simile anche per la sostituzione della caldaia con impianti a condensazione o l'installazione di impianti alimentati a biomasse. Nel 2017 la detrazione fiscale era del 65% su una spesa massima 46mila e 153 euro, mentre nel 2018 è pari al 50% su una spesa non superiore a 60mila euro. Per altri interventi, sempre rientranti nell'ecobonus come, per esempio, i pannelli solari per l'acqua calda, è confermato anche per il 2018 lo stesso bonus fiscale del 2017 pari al 65%. Prorogata anche per l'anno prossimo la detrazione del 50% sulle ristrutturazioni per i lavori edilizi 'standard' per una spesa massima di 96mila euro e quella sull'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici fino a 10mila euro, ma i lavori dovranno essere iniziati dal gennaio del 2017. Dall'anno prossimo la legge di Bilancio, se non ci saranno modifiche, introduce anche il bonus verde , valido per giardini, terrazzi e balconi, con uno sconto fiscale del 36% su un massimo di 5mila euro.