Home . Soldi . Economia . Poste presenta la sua evoluzione tra mobile Pos e 'Paga con Postepay'

Poste presenta la sua evoluzione tra mobile Pos e 'Paga con Postepay'

ECONOMIA
Poste presenta la sua evoluzione tra mobile Pos e 'Paga con Postepay'

Poste Italiane rende più semplici le soluzioni di pagamento e offre soluzioni digitali innovative per i mercati retail, business e Pa. Tra le novità che il gruppo mostra al Salone dei Pagamenti, da oggi al 24 novembre a Milano, la nuova applicazione 'mobile Pos', la App Postepay con la funzionalità 'P2P' che consente di trasferire piccole somme di denaro in tempo reale, l'App BancoPosta che semplifica e velocizza operazioni come il bonifico o la ricarica Postepay e consente il pagamento di un bollettino attraverso la scansione del Qr Code.

Il servizio 'Paga con Postepay', invece, è la nuova modalità di pagamento che unisce la sicurezza del wallet sulle App di Poste Italiane con quella delle carte Postepay in una soluzione ibrida tra mobile e web. Così il cliente può autorizzare, in sicurezza, le proprie transazioni ricevendo una notifica in App Postepay e digitando il codice di sicurezza PosteID, oppure in alternativa tramite l’inserimento sul web dei dati carta. Già presente sul sito Poste.it da quasi un anno, 'Paga con Postepay' viene ora proposta anche ai siti terzi e-commerce. Tra le novità la nuova App Extra Sconti che consente di risparmiare acquistando i prodotti in vetrina e ottenendo lo sconto attraverso la sola scansione dello scontrino di acquisto.

"Il denaro è cambiato, non parliamo più soltanto di una carta prepagata parliamo di una suite di servizi digitali, di una grande community: 25 milioni di clienti, 8 milioni di app che possono già scambiarsi denaro in tempo reale con la massima sicurezza quasi come mandare un messaggio", spiega Walter Pinci, responsabile sistemi di incasso e pagamento di Poste Italiane.

"Parliamo - aggiunge Pinci - di una grande community digitale che può pagare con uno smartphone una qualsiasi utenza, una bolletta, una tassa semplicemente inquadrando con il telefono", ma anche "di una community aperta anche all'esterno con un sito come quello di Poste Italiane che ha oltre 14 milioni di iscritti, un milione di clienti che ogni giorno vanno sul sito e possono effettuare pagamenti anche con carte emesse da altri soggetti. Passiamo da un concetto di carta a un concetto di community di pagamento digitale".

Allo stand di Poste Italiane si può vedere dal vivo il primo caso di integrazione presente sul sito di Poste Mobile, con la vendita full digital della sim che comprende anche l’identificazione e l’attivazione della sim da parte del cliente, tutto in remoto. Si può anche provare l'esperienza dei servizi innovativi e digitali attraverso la realtà virtuale, sviluppata da Poste Italiane con Postepaycrowd, il progetto lanciato nel 2014 che ad oggi ha sostenuto il lancio e lo sviluppo di 190 prodotti o servizi, con una raccolta fondi totale di oltre 2,5 milioni di euro effettuata con Postepay.

"I nostri clienti sono giovani, anziani, sono persone adulte e noi li serviamo con un modello ibrido che non è solo digitale, noi non saremo mai un'azienda soltanto digitale, siamo un'azienda che è sul territorio, con 140 mila dipendenti, 12mila uffici postali, ma che serviamo anche un milione di clienti in modalità digitale ogni giorno. Noi accompagniamo il Paese in questo processo di trasformazione anche accompagnando i clienti meno giovani e con un digital device ad avvicinarsi a queste nuove modalità di pagamento", conclude Pinci.

Poste Italiane ha emesso oltre 25 milioni di carte, tra i 7 milioni di debito (le Postamat) e le oltre 18 di prepagate (Postepay, nelle modalità classica ed evolution); ha accettato 413 milioni di bollettini nell’ultimo anno su canali fisici e digitali, confermando di essere la prima piattaforma nazionale di incassi non domiciliati; ha quasi 15 milioni di utenti registrati al sito e oltre 13 milioni di download delle proprie App. A oggi un quarto delle transazioni online effettuate in Italia vengono perfezionate attraverso una Postepay.

Recentemente, con l’obiettivo di rendere ancora più funzionale la gestione e focalizzata l’offerta di prodotti e di servizi innovativi, Poste Italiane ha creato la nuova funzione Pagamenti, Mobile e Digital guidata da Marco Siracusano, che ricopre anche la carica di amministratore delegato di Poste Mobile.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI