Home . Soldi . Economia . Donnarumma, nel piano Acea nuove infrastrutture e remunerazione soci

Donnarumma, nel piano Acea nuove infrastrutture e remunerazione soci

ECONOMIA
Donnarumma, nel piano Acea nuove infrastrutture e remunerazione soci

"Acea è un gruppo industriale che deve e vuole tornare alla sua originaria vocazione: gestire infrastrutture, renderle più resilienti e realizzarne di nuove sempre più performanti ed efficienti, cavalcare l’innovazione, praticare una sana disciplina finanziaria, coltivare una grande attenzione per l’ambiente e remunerare bene i propri azionisti. Questi sono i pilastri del nostro piano, le fondamenta sulle quali costruire il lavoro che ci attende". Lo ha detto l’amministratore delegato di Acea, Stefano Donnarumma, commentando il piano industriale al 2022 del gruppo, presentato oggi a Milano.

Il piano di Acea al 2022 è "resiliente" e sul fronte degli investimenti è "sfidante, con 3 miliardi di euro in cinque anni, una cifra mai raggiunta", ha aggiunto. Gli investimenti significano anche "criticità sul territorio", ma la via degli investimenti "è l’unica per la crescita di un’azienda".

Donnarumma ha sottolineato che gli investimenti programmati "saranno destinati per l’85% a progetti che faranno crescere la Rab", il valore del capitale investito netto riconosciuto, che dovrebbe superare i 4 miliardi a fine piano.

Oltre 400 milioni saranno destinati a investimenti innovativi, fra cui smart grid, smart meters, automazione e robotica, sensoristica avanzata e cyber security.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI