Home . Soldi . Economia . Commercio, Plebani (idealo): "Giovani puntino su e-commerce"

Commercio, Plebani (idealo): "Giovani puntino su e-commerce"

ECONOMIA
Commercio, Plebani (idealo): Giovani puntino su e-commerce

Il team di Idealo nella sede di Berlino

Se i dati Istat sulle vendite al dettaglio "certificano un 'rosso' di -0,3% a dicembre rispetto a novembre 2017, ben altri numeri contiamo sul commercio on line. Solo lanostra piattaforma ha registrato un +50% di intenzioni di acquisto, che tradotto sono vendite, nell'anno appena passato", quindi "ai commercianti, ma soprattutto ai giovani italiani suggerisco di puntare sull'e-commerce". E' Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia, a spingere l'analisi dei dati diffusi oggi dall'Istituto di Statistica dal punto di vista del web.

Raggiunto dall'Adnkronos a Berlino, quartier generale della piattaforma tedesca di comparazione dei prezzi, Plebani sottolinea che "il dato Istat non sorprende più di tanto perchè il Black Friday del 24 novembre ha anticipato le vendite natalizie, registrando in Italia adesioni da record" e questo "spiega la svolta digitale del commercio anche al dettaglio". Basti pensare infatti, spiega Plebani, che "rispetto ad un venerdì normale, per il Black Friday 2017 abbiamo registrato su idealo +99,1% sul 2016 di accessi-vendite, in linea con l'incremento del 2016, +99,7% rispetto al 2015".

"Questi dati -ribadisce il manager- dimostrano che il commercio si sta spostando on line e l'Italia deve recuperare velocemente il gap di formazione digitale". Così, "per agevolare i giovani italiani a non perdere questa chance, idealo lancia oggi 10 borse di studio per un valore complessivo di 90.000 euro, rivolte a tutti gli studenti talentuosi che si distinguono e che dedicano passione ed energia per raggiungere obiettivi innovativi come l'e-commerce".

Con queste borse di studio che daranno un sostegno economico pari a 750 euro al mese per un anno, prosegue Plebani, "vogliamo valorizzare i talenti originali che si stanno applicando per rendere l’Italia un posto migliore in cui vivere". "Noi -ricorda- siamo precursori del digitale, basti pensare che quando abbiamo aperto idealo a Berlino, 15 anni fa, non c'era ancora Google". Con le "Borse di studio per giovani precursori", spiega ancora il manager, "vogliamo spingere i giovani di talento verso la formazione digitale. Le nostre borse di studio sono mirate all'e-commerce ma indirizzate sia ad appassionati informatici che a giovani indirizzati al marketing".

L'aiuto alla formazione, scandisce, "è importante e in Italia e invece, escluse le borse di studio pubbliche, quelle sostenute da privati sono davvero poche. Credo si contino sulle dita di una mano sola". L'iniziativa di idealo si inserisce in un programma più ampio che la piattaforma "mette in atto per portare il tema dell’e-commerce al centro della discussione in Italia, puntando l’attenzione su innovazione tecnologica, opportunità di risparmio, espansione commerciale per le imprese, occasioni per le giovani generazioni e apertura alle nuove frontiere occupazionali grazie al settore It".

Cinque i punti chiave del programma che idealo lancia in Italia: Formazione e Lavoro che prevede, oltre alle borse di studio, nel 2018 la creazione di nuovi posti di lavoro con un investimento superiore al 60% rispetto al 2017; Internazionalizzazione per dare la possibilità ad ogni e-shop italiano di allargare i propri orizzonti; Sicurezza attraverso canali di acquisto digitale sicuri; Trasparenza; Risparmio. Il programma, che viene lanciato anche in altri paesi europei, "in Italia parte con l'hashtag #nonsoloil4marzo perchè la svolta digitale sia richiamata in campagna elettorale ma -taglia corto Plebani- prosegua anche oltre".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI