Home . Soldi . Economia . Ferrarelle: fatturato sale a 142 milioni

Ferrarelle: fatturato sale a 142 milioni

ECONOMIA
Ferrarelle: fatturato sale a 142 milioni

Il gruppo Ferrarelle ha registrato nel 2017, in un contesto di crescita per l’intero mercato dell’acqua minerale, un totale di 930 milioni di litri venduti, con un incremento del 4%, (+36 milioni di litri, rispetto al 2016), e con un fatturato pari a 142 milioni di euro, con una crescita di 5 milioni. I risultati sono stati presentati a Bologna nel corso della convention annuale in corso presso Villa Guastavillani, sede della Bologna Business School.

Un evento che si svolge in due giorni con ospiti d'eccezione quali il Prof. Romano Prodi, che in qualità di presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, ha trattato il tema del valore dell’acqua durante il suo saluto d’apertura, il Dean di BBS Massimo Bergami e Filippo Marchi, direttore Generale del Gruppo Granarolo. Tra i grandi ospiti dell’azienda anche lo Chef Massimo Bottura e il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti. La convention farà tappa in alcune realtà d’eccellenza del territorio emiliano come Lamborghini, Philip Morris, Coesia e Fondazione MAST.

"Questi dati confermano che il percorso intrapreso ormai 13 fa, quando abbiamo fondato l’azienda dandole il nome del marchio Ferrarelle orgogliosamente riportato in Italia, - afferma Carlo Pontecorvo, Presidente e AD del gruppo - si è rivelato di valore, e la presenza di questi prestigiosi ospiti alla nostra giornata di lavori è la conferma che questo valore ci viene riconosciuto a livello imprenditoriale e istituzionale”.

"La strada che vogliamo continuare a percorrere in futuro è ancora più ambiziosa, - prosegue Pontecorvo - con la recente acquisizione di Amedei come primo passo verso la creazione di un polo del food Made in Italy, e senza dubbio incentrata sulla sostenibilità, come dimostrato dal cospicuo investimento che abbiamo intrapreso per la produzione di pet riciclato". Tra le novità di cui si è parlato nel corso dei lavori, grande importanza è stata dedicata all’ingresso di Amedei, storica azienda toscana di cioccolato, all’interno della famiglia Ferrarelle. Ad agosto 2017, infatti, Ferrarelle ha acquisito il 99% delle quote dal fondo Octopus Europe Limited, riportando sotto la bandiera italiana questo importante marchio d’eccellenza tricolore.

Ferrarelle SpA, azienda di imbottigliamento delle acque minerali Ferrarelle, Vitasnella, Fonte Essenziale, Boario, Santagata e Natía e produzione del cioccolato Amedei.

Ferrarelle SpA è inoltre la prima azienda del comparto acque minerali ad entrare nel trattamento degli imballi post-consumo con la produzione di R-Pet, pet riciclato con il quale realizzerà in autonomia le proprie preforme, lo stato embrionale delle bottiglie. Così come consentito dalle recenti normative europee in materia di imbottigliamento, l'azienda potrà produrre le sue nuove preforme e quindi le bottiglie con il 50 % di pet riciclato, dando nuova vita ai contenitori in pet provenienti dalla raccolta differenziata. La produzione di R-Pet avverrà nello stabilimento, già ultimato, di Presenzano (CE), e consentirà all'azienda di riciclare circa 23 mila tonnellate di PET all’anno, il doppio del proprio fabbisogno.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI