Home . Soldi . Economia . Poste punta su polizze danni

Poste punta su polizze danni

ECONOMIA
Poste punta su polizze danni

(Fotogramma)

Poste punterà sulle polizze danni nel suo piano al 2022. I ricavi del segmento assicurativo arriveranno a 1,9 miliardi di euro dagli 1,5 mld del 2017, "con crescita costante nel comparto assicurativo vita" e l'utile netto crescerà del 4% ogni anno. E' poi prevista nel ramo danni la distribuzione di oltre 2 milioni di nuovi contratti all’anno (0,4 milioni nel 2017) "per effetto di un modello di distribuzione intelligente che completa l’offerta di prodotti assicurativi".

"Il comparto danni rappresenta un settore chiave per Deliver 2022, in quanto beneficia delle macro tendenze e della bassa penetrazione attuale nella popolazione italiana. Poste Italiane rafforzerà la propria offerta di fondi previdenziali e benefici aziendali, amplierà il ramo Danni e Infortuni a completamento della propria gamma di prodotti assicurativi. Il Gruppo introdurrà inoltre prodotti assicurativi specifici per le pmi, e in linea con il progressivo invecchiamento della popolazione italiana e il sempre maggiore divario pensionistico, continuerà a sviluppare piani pensionistici privati, un prodotto in cui il Gruppo è già leader di mercato", spiega Poste. 

Oltre agli obiettivi "relativamente sfidanti sulla strategia di distribuzione di prodotti assicurativi", che sarà fatta "in cross selling" tra danni e altri prodotti, Poste farà il suo ingresso nell'Rc Auto. "La nostra intenzione sull'auto - spiega l'ad Matteo Del Fante ai giornalisti - è entrare: abbiamo pianificato dei numeri con un approccio graduale, molto timido forse e conservativo. Stiamo valutando - continua - la strategia migliore per ottimizzare il ritorno e i ricavi senza portarci a casa dei rischi che i nostri investitori non sono abituati ad avere".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.