Sincronizzate gli orologi

Slitta l'ora stimata per il rientro in atmosfera della stazione spaziale cinese Tiangong-1.

L'impatto in atmosfera è previsto dopo la mezzanotte, spiega il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, con un intervallo tra le 5 e le 10 ore di variazione.

2 APRILE - Sono quattro le fasce orarie del 2 aprile in cui, invece, i detriti potrebbero interessare il nostro Paese: una prima dalle 4:25 alle 4:55, la seconda dalle 5:58 alle 6:28, la terza dalle 7:30 alle 8:00 e un'ultima dalle 9:02 alle 9:31.

In base a questa modifica dell'orario previsto, sottolinea in particolare la Protezione Civile, saranno escluse da possibili impatti - le cui probabilità rimangono dello 0,2% - l'Emilia Romagna e la Liguria.

Lo slittamento della stima è dovuto al fatto che, spiega la Protezione Civile, la stazione cinese ha rallentato la discesa a causa delle condizioni atmosferiche. "Il periodo temporale, quando ci dovrebbe essere il passaggio sul nostro territorio - conclude Borrelli - è in orario notturno e in giorni di festa, per cui sarà più semplice rimanere in casa".