Home . Soldi . Economia . Manutencoop guarda a Est Europa e Paesi Golfo

Manutencoop guarda a Est Europa e Paesi Golfo

ECONOMIA
Manutencoop guarda a Est Europa e Paesi Golfo

Tra dieci anni Rekeep, la nuova Manutencoop Facility Management, "sarà una società che da una parte è in grado di mantenere il ruolo di leader nel mercato nazionale, sarebbe sbagliato non presidiarlo, ma dall'altra avrà una visione un po' più internazionale e votata all'innovazione, con la voglia di portare startup e nuove idee sul mercato". Così l'amministratore delegato e presidente di Mfm, da oggi Rekeep, Giuliano Di Bernardo, immagina il futuro del gruppo, che si pone come obiettivo più a breve termine una forte internazionalizzazione, dopo l'ingresso nel mercato francese e turco.

"Abbiamo fatto per tre anni - spiega l'ad - uno scouting a 360 gradi. Oggi i nostri sforzi si stanno concentrando sul mercato francese, sull'Europa dell'Est, sulla Turchia e sui Paesi dell'area del Golfo. Queste sono le aree che stiamo approfondendo, abbiamo già fatto diverse gare e pensiamo che il 2018 - aggiunge - possa essere un anno non solo simbolico da questo punto di vista", ma che mostri i primi frutti della strategia "anche sui numeri di bilancio".

Per quanto riguarda l'ipotesi di una quotazione in Borsa, "è sempre un elemento che abbiamo all'orizzonte, anche se ora non ci sono obiettivi di questo genere con traguardi di breve periodo, però un osservatorio sulla Borsa per quanto riguarda Manutencoop non è mai stato perso di vista", sottolinea. Dal punto di vista delle startup, il gruppo ha già lanciato sul mercato una sua 'creatura': Yougenio, che fornisce servizi di facility direttamente alle famiglie. "E' una società che ha un anno di vita e pensiamo possa essere un buon concorrente di ciò che oggi spesso è presidiato dal lavoro sommerso".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI