Hai il codice fiscale giusto?

Lettere e numeri, riferimenti alla data di nascita e non solo. Tutto in una sequenza capace di identificare in modo univoco ogni cittadino italiano. Stiamo parlando del codice fiscale. Ma siamo sicuri di avere quello giusto?

Attraverso il servizio di verifica dell'Agenzia delle Entrate è possibile verificarne l'esistenza e la corrispondenza con i dati anagrafici di ognuno di noi, "confrontando i dati inseriti con quelli registrati in Anagrafe tributaria".

Questa consultazione con accesso libero, ricorda il sito dell'Agenzia, "è stata disposta dal decreto legge n. 78 del 2010 (articolo 38, comma 6, primo paragrafo del dl 78/2010 convertito con modificazioni dalla legge 122/2010)".

Per la verifica occorre inserirlo in una delle pagine dedicate ('Persona fisica' o 'Soggetto diverso da persona fisica'): se è correttamente registrato in Anagrafe tributaria, verremo intanto informati di 'Codice fiscale valido'. "Il servizio verifica anche la validità di un codice provvisorio numerico attribuito a una persona fisica" si ricorda.

PERSONA FISICA - Il servizio (QUI) verifica la validità e la corrispondenza tra un codice fiscale e i dati anagrafici completi di una persona fisica, attraverso il collegamento con l'Anagrafe tributaria. "Per eseguire la verifica occorre indicare negli appositi campi il codice fiscale e i dati anagrafici completi del soggetto. La verifica di corrispondenza viene effettuata per esatta coincidenza di tutti i caratteri inseriti con quelli registrati in Anagrafe tributaria. Se vi è corrispondenza il messaggio di risposta è 'Dati validi'. L'applicazione verifica anche la validità e la corrispondenza tra un codice fiscale provvisorio numerico e i dati anagrafici completi di una persona fisica".

SOGGETTO DIVERSO DA PERSONA FISICA - In questo caso, il servizio (QUI) verifica la validità e l'esatta corrispondenza tra un codice fiscale e la denominazione di un soggetto diverso da persona fisica, sempre attraverso il collegamento con l'Anagrafe tributaria". Il risultato sarà lo stesso: "Se vi è corrispondenza il messaggio di risposta è 'Dati validi'". Ma, ricorda l'Agenzia, "il servizio non consente di verificare la validità di una partita Iva".