Home . Soldi . Economia . 'Ecco il rimborso', poi scatta la truffa

'Ecco il rimborso', poi scatta la truffa

ECONOMIA
'Ecco il rimborso', poi scatta la truffa

(FOTOGRAMMA)

Con la scusa di un rimborso, scarichi un allegato e scatta il virus. Attenzione massima, quindi, ad alcune mail inviate in nome dell’Agenzia delle Entrate che, corredate da una falsa notifica di 'Rimborsi fiscali', in realtà "recapitano in allegato un virus informatico a danno dei cittadini", spiega l'Agenzia. "Negli ultimi giorni, infatti - avverte in una nota - sono state segnalate delle false mail, apparentemente provenienti dall’assistenza catastale e ipotecaria dell’Agenzia (assistenzaweb@agenziaentrate.it) ma in realtà inviate da un indirizzo contraffatto e non riconducibile alle Entrate".

Nel testo del messaggio di posta elettronica, che contiene il logo dell’Agenzia, si comunica il riconoscimento di un rimborso per il quale è necessario scaricare un modulo allegato. "In realtà, le mail in questione non provengono da un indirizzo direttamente collegato all’Agenzia ma nascondono un evidente tentativo di truffa", segnala ancora la nota. Pertanto, le Entrate "raccomandano ai cittadini che hanno ricevuto tali mail di eliminare immediatamente questi messaggi e di non cliccare sui collegamenti presenti in quanto contengono dei pericolosi virus informatici".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.