Home . Soldi . Economia . Stop 600 voli, mercoledì nero per Ryanair

Stop 600 voli, mercoledì nero per Ryanair

ECONOMIA
Stop 600 voli, mercoledì nero per Ryanair

(Fotogramma)

Mercoledì nero in arrivo per i passeggeri Ryanair. Domani i piloti e gli assistenti di volo della compagnia low cost irlandese si fermeranno per uno sciopero di 24 ore, con presidi negli aeroporti di Bergamo Orio al Serio, Milano Malpensa, Pisa, Roma Ciampino, Napoli Capodichino. "Lo sciopero è per il diritto ad un contratto collettivo e per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori", spiegano Filt Cgil e Uiltrasporti, annunciando che la protesta "si inserisce nel quadro internazionale di scioperi del personale navigante Ryanair di domani e dopodomani indetti dai sindacati spagnoli, belgi, portoghesi e irlandesi".

A incrociare le braccia saranno infatti anche i lavoratori di Spagna, Portogallo e Belgio che, a differenza dell'Italia, protrarranno lo sciopero anche a giovedì 26 luglio. In totale saranno 600 i voli cancellati, ovvero il 12% del traffico aereo della compagnia irlandese in Europa. In particolare le cancellazioni riguarderanno ognuno dei due giorni 200 voli da e per la Spagna, 50 da e per il Portogallo, 50 da e per il Belgio, interessando circa 50mila passeggeri. Tuttavia, ha garantito Ryanair su Twitter, tutti i clienti verranno avvertiti via mail o sms e potranno ottenere un altro volo o il risarcimento del biglietto.

Intanto i sindacati, che chiedono tra le nuove misure necessarie maggiori stipendi e migliori condizioni di lavoro, hanno fatto sapere che potrebbero esserci altre azioni di protesta se la compagnia aerea irlandese non aprirà ad alcune concessioni. Dal canto suo Ryanair ha definito "inutili" le proposte avanzate, insistendo sul fatto che i dipendenti godono già di buone condizioni di lavoro e bollando lo sciopero come ingiustificato in quanto servirà solo a rovinare le vacanze delle famiglie e favorire la concorrenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.