Home . Soldi . Economia . Da 'Donapp' a 'Autism Aid Onlus', storie etiche dal Bilancio sociale Invitalia

Da 'Donapp' a 'Autism Aid Onlus', storie etiche dal Bilancio sociale Invitalia

ECONOMIA
Da 'Donapp' a 'Autism Aid Onlus', storie etiche dal Bilancio sociale Invitalia

(Fotogramma)

Non solo numeri, fatturati e posti di lavoro creati. Nel Bilancio sociale 2017 di Invitalia trovano spazio anche tanti progetti e startup che hanno al centro la solidarietà, il sociale e la difesa dei diritti di tutti, e che sono stati finanziati con progetti di Invitalia. Come Donapp e Autism Aid Onlus, i cui referenti erano oggi presenti a Roma alla presentazione del Bilancio sociale di Invitalia.

Donapp è una startup innovativa romana a vocazione sociale, che ha creato una piattaforma digitale per consentire di fare beneficenza a costo zero, attraverso gli acquisti. I consumatori, le associazioni no profit e gli esercizi commerciali, attraverso la piattaforma, entrano in sinergia, traendone poi i rispettivi vantaggi, in una logica di interscambio e mutua convenienza.

Come funziona questo ecosistema virtuoso? Donapp permette ai tre segmenti di essere inseriti in una community e collegati tra loro in assoluta trasparenza: il consumatore sceglie una causa da sostenere e, senza pagare costi aggiuntivi, destina una percentuale su quello che acquista, diventando automaticamente donatore; i soggetti no profit in modo semplice possono raccogliere donazioni, trovare nuovi sostenitori ed entrare in contatto con loro; infine, gli esercizi commerciali possono disporre di un innovativo strumento di marketing per promuovere la loro attività/prodotti, fidelizzare i loro clienti 'socialmente responsabili' e portare anche in detrazione le cifre donate.

"Donapp -spiega a Labitalia Stefano La Noce, ceo e founder- è uno strumento di fund raising per le associazioni no profit e uno strumento di marketing per i commercianti. La nostra piattaforma in pratica crea vantaggi sia a chi vende che a chi compra, ma soprattutto a chi riceve donazioni. Siamo una sorta di cinque per mille per i consumi. Il nostro obiettivo è cambiare l'abitudine ai consumi: unire ai consumi una 'fiche' etica. Credo che, grazie al contributo di Invitalia, ce la stiamo facendo e stiamo per lanciare un applicativo che andrà all'interno dei nuovi pos. Attenzione, che a ottobre sentirete parlare di noi".

E l'altra 'storia' raccontata dal Bilancio sociale arriva da Napoli, come racconta Paolo Vassallo, presidente di Autism Aid Onlus. La Autism Aid Onlus offre servizi innovativi per la fruizione delle risorse culturali destinati a persone interessate da forme di autismo. In particolare, la Onlus realizza servizi e prodotti per migliorare la fruibilità 'culturale' del centro storico di Napoli e del Museo Archeologico nazionale-Mann, allargando e modificando il modo di concepire, produrre, condividere e fruire il patrimonio storico-artistico. Alcuni esempi sono la realizzazione di storie digitali fruibili attraverso il touchscreen, le visite accompagnate, i laboratori sperimentali, spettacoli ed eventi con l’accompagnamento per i partecipanti disabili dalla propria abitazione alla sede delle attività.

Autism Aid Onlus è stata finanziata dal progetto 'Cultura Crea' di Invitalia. "Io sono il padre di un ragazzo autistico -dice Vassallo- e non sono un imprenditore. Per la realizzazione di questo progetto, dobbiamo ringraziare Invitalia che ci ha supportato in tutti i modi, in modo da aiutare i nostri ragazzi oggi, ma anche per il domani".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.