Sciopero Ryanair, 132 voli cancellati

Sono 132 i voli Ryanair cancellati in Italia, in seguito allo sciopero del personale di bordo. La protesta di 24 ore è stata proclamata da Filt-Cgil e Uiltrasporti nell'ambito dell'astensione del personale navigante della compagnia aerea low cost indetta dai sindacati spagnoli, belgi, portoghesi e irlandesi. A incrociare le braccia saranno infatti anche i lavoratori di Spagna, Portogallo e Belgio che, a differenza dell'Italia, protrarranno lo sciopero anche a giovedì. In totale saranno 600 i voli cancellati, ovvero il 12% del traffico aereo della compagnia in Europa. Tutti i clienti interessati dall'agitazione potranno ottenere un altro volo o il risarcimento del biglietto, ha garantito Ryanair.

Il Presidente dell’Autorità di garanzia per gli scioperi, Giuseppe Santoro Passarelli, ha inviato una richiesta di informazioni urgenti ad Enac, Autorità di Regolazione dei Trasporti e Ryanair. Nella missiva l'Autorità ha fatto preliminarmente presente che, in base ad una delibera del 2017, per quanto attiene al servizio pubblico di trasporto aereo svolto nel territorio nazionale, l’attività posta in essere dai vettori stranieri rientra nel campo d’applicazione della legge 146/90 sugli scioperi; questo significa che, "qualora la valutazione operata dal vettore risulti errata e, conseguentemente, derivino pregiudizi nei confronti degli utenti in occasione di astensioni collettive proclamate per il personale dipendente, l’Autorità procederà alla valutazione del comportamento aziendale, ai sensi dell’articolo 4, comma 4, della richiamata legge 146/90".

Intanto, ricorda il Codacons, i viaggiatori "possono agire nei confronti della compagnia area nel caso in cui abbiano perso coincidenze o giorni di villeggiatura". In tutti quei casi in cui ritardi e soppressione di voli determineranno la perdita di coincidenze o di giorni di vacanza, "i passeggeri potranno agire nei confronti della compagnia aerea per ottenere il risarcimento del danno da 'vacanza rovinata', sulla base della giurisprudenza consolidata nel nostro Paese che riconosce il danno morale subito dagli utenti".

Ryanair, si legge in una nota della compagnia aerea, "si rammarica del fatto che, a causa di azioni di sciopero di una parte del nostro personale di bordo in alcune basi italiane, stiamo avendo oggi una serie di disagi con i voli in Italia che ha portato a delle cancellazioni". I clienti interessati, riferisce, sono stati contattati tramite e-mail ed SMS per quanto riguarda il loro volo e data l'opzione di un trasferimento gratuito sul prossimo volo disponibile, o di un rimborso completo. "Ryanair si scusa sinceramente per eventuali disagi e inconvenienti causati ai nostri clienti da questa azione di sciopero da parte di un numero minimo del nostro personale di bordo in Italia", conclude la compagnia.