Agenzia Entrate, cambio al vertice

"Abbiamo nominato il generale della Guardia di Finanza Antonino Maggiore a capo dell’Agenzia delle Entrate. E' un nome di garanzia, di grande esperienza e di onestà, che mi riempie di orgoglio". Lo annuncia su Facebook il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, al termine del Consiglio dei ministri. Maggiore prende il posto di Ernesto Maria Ruffini, nominato ad di Equitalia nel giugno 2015 e presidente di Agenzia delle Entrate-Riscossione dal 2017.

"Antonino Maggiore - aggiunge Di Maio - sono certo lavorerà nell'interesse dei cittadini onesti e sarà nemico dei grandi evasori, che fino ad oggi l’hanno fatta franca a spese dello Stato e degli imprenditori e cittadini onesti. Chi riscuote le tasse deve essere al servizio del cittadino e non il contrario. Per noi gli italiani sono onesti fino a prova contraria".

"Abbiamo anche azzerato - annuncia ancora Di Maio - i vertici dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia del Demanio. Dove c’erano rispettivamente un ex sindaco del Pd e un ex parlamentare del Pd ora ci sono Benedetto Mineo e Riccardo Carpino. Auguro un buon lavoro a tutti!".

''Apprendo su twitter che mio servizio a @agenziademanio finisce qui''. Così Roberto Reggi, che per quattro anni è stato direttore dell'Agenzia del Demanio. Nel tempo in cui è stato a capo dell'amministrazione, scrive ancora Reggi, ''abbiamo decuplicato gli investimenti,ridotto drasticamente la spesa, rigenerato beni in ogni parte d’Italia. Ringrazio per la splendida opportunità datami di servire il mio Paese. È stato un onore''.