Home . Soldi . Economia . Autostrade, via libera a mezzo miliardo

Autostrade, via libera a mezzo miliardo

ECONOMIA
Autostrade, via libera a mezzo miliardo

(Afp)

Si è tenuto dopo "un minuto di silenzio" per "esprimere cordoglio per le vittime" il consiglio di amministrazione di Autostrade per l'Italia. Nel corso della riunione è stata fatta una ''prima lista di iniziative, per una stima preliminare di 500 milioni di euro, finanziati con mezzi propri'' per affrontare le prime emergenze del crollo del ponte Morandi. E' quanto si legge nel comunicato stampa diffuso al termine del consiglio di amministrazione di Autostrade. La struttura, si legge nella nota, potrà essere ricostruita in 8 mesi ''a decorrere dall'ottenimento delle necessarie autorizzazioni''.

Il cda di Autostrade per l'Italia ha deciso, inoltre, di sospendere "per tutti gli utenti il pagamento del pedaggio autostradale sulla rete genovese, con effetto retroattivo a partire dal 14 agosto e fino alla completa ricostruzione del ponte sul Polcevera". Il transito in autostrada diventa gratuito per chi viaggia sulle seguenti tratte: Genova Bolzaneto-Genova Ovest-Genova Est e Genova Pra'-Genova Pegli-Genova Aeroporto.

Entro due settimane si riunirà di nuovo per rispondere alla lettera di contestazione, inviata dal governo. L'avviso del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che da 15 giorni di tempo per fornire le controdeduzioni sul crollo del ponte Morandi, è stato consegnato ieri alla società.

Mentre ferve il dibattito sulla nazionalizzazione o meno di Autostrade per l'Italia, nelle ultime ore sarebbe spuntata l'ipotesi di un intervento della Cassa depositi e prestiti per rilevare una quota di maggioranza dell'azienda controllata da Atlantia. Un'opzione che fonti di palazzo Chigi non confermano: ''Non si è ancora discusso di nulla''. Anche fonti Cdp precisano di non essere al corrente, al momento, di un piano del genere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.